Qualchemartedì: Vincenzo libero! Liber* tutt*!

MARTEDI’ 15 OTTOBRE’019 alle 19

> > > L’audio della serata:

> > > Foto della serata: qui

> > > Su Zic.it: Genova, 18 anni dopo: “Vincenzo libero! Liber* tutt*!” (audio)

Qualchemartedì… ma alla fine pure gli altri, più o meno.

A Vag61, per tenere insieme libera socialità e progetti, percorsi e immaginari da condividere e sostenere! [info]

Vi aspettiamo con l’aperitivo e poi la cena sociale!

Questa settimana iniziativa del CentroDoc “Lorusso-Giuliani”

Vincenzo Vecchi, condannato nel 2012 in via definitiva a più di 11 anni di carcere per il reato di devastazione e saccheggio, è stato arrestato in Francia circa due mesi fa e a 18 anni di distanza dalle giornate di Genova 2001. Una persecuzione, una vera e propria vendetta di Stato contro chi insieme a migliaia e migliaia di persone si oppose con rabbia e determinazione al vertice del G8 e alla barbarie capitalista.

Martedì 15 ottobre a Vag61 il Centro di documentazione dei movimenti “F. Lorusso – C. Giuliani” presenta una serata con cena benefit per Vincenzo, aggiornamenti dal Supporto legale di Genova sulla sua situazione e quella di altr* compagn* condannat* in via definitiva che stanno finendo di scontare la pena in carcere o semilibertà, proiezione del documentario “OP Genova 2001. L’ordine pubblico durante il G8”.

– alle 20: cena benefit per Vincenzo

– alle 21,30: incontro con i/le compagn* del Supporto legale di Genova

– a seguire: proiezione di “OP Genova 2001. L’ordine pubblico durante il G8”

* * * * * * * * * *

OP Genova 2001 – L’Ordine Pubblico durante il G8 (2007, 42 min)

Realizzato dalla segreteria del Genoa Legal Forum, il video presenta la ricostruzione della gestione dell’ordine pubblico nella giornata di venerdì 20 luglio 2001, durante le manifestazioni contro il vertice G8 tenuto a Genova, attraverso i documenti acquisiti al processo contro 25 manifestanti accusati di devastazione e saccheggio, reato contro l’ordine pubblico con pena da 8 a 15 anni. Attraverso video, foto, comunicazioni radio, telefonate al 113 e la registrazione audio delle udienze, viene documentato come le forze dell’ordine abbiano gestito la piazza nel pomeriggio di venerdì tra via Tolemaide e piazza Alimonda, dove fu ucciso Carlo Giuliani. La disorganizzazione, la mancanza di coordinamento, l’interruzione dei contatti con gli organizzatori dei cortei, l’approccio militare hanno trasformato le strade di Genova in un teatro di repressione e brutali violenza contro chi manifestava.

This entry was posted in Archivio iniziative, Home. Bookmark the permalink.