Centro doc. dei movimenti

Bologna è una città che, a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta ha visto la nascita di moltissimi movimenti, tendenze culturali e artistiche legati all’universo giovanile, che hanno lasciato tracce significative a livello nazionale e non solo. Questa “particolarità” bolognese, sicuramente derivante anche dalla presenza di una delle più importanti università europee, ha trovato, fino ad ora, rarissime e saltuarie occasioni di documentazione ragionata e completa.

La trasmissione della memoria storica e dei valori che hanno caratterizzato esperienze culturali, politiche e sociali di un recente passato è un elemento importante per le giovani generazioni, soprattutto oggi, dove la partecipazione diretta e consapevole è uno dei principi distintivi dei nuovi movimenti.

Pertanto intendiamo costruire ed attivare in via Paolo Fabbri 110 un Centro di documentazione sui Movimenti Giovanili, archiviando tutto il materiale cartaceo (libri, riviste, giornali, fanzines, manifesti, locandine, volantini) recuperabile da tante “collezioni private” e catalogandolo per generi, stili e tendenze e per tempi di pubblicazione. Naturalmente tutta questa documentazione potrà essere consultata per tesi, ricerche o anche per semplice curiosità storica e culturale. L’archiviazione si avvarrà di supporti informatici, proseguendo il lavoro iniziato dalla redazione di Zero in condotta e dall’Archivio Camera Chiara con la realizzazione del sito Marzo77

Chi vuole contattare il Centro di Documentazione ” Francesco Lorusso – Carlo Giuliani” (per collaborare, donare materiali o consultarli, può telefonare al numero 348-0345782 o inviare un’e-mail all’indirizzo centrodocumentazione@vag61.info

Il Centro di Documentazione ” Francesco Lorusso – Carlo Giuliani” segnala i siti:
Reti invisibili e Piazza Carlo Giuliani