Non spegni il sole se gli spari addosso!

Sono passati 20 anni dalle giornate di Genova quando centinaia di migliaia di persone riempivano le strade della città resistendo alla violenza del G8. In tant*, tropp*, hanno pagato quella violenza, sia nelle strade, nelle caserme, nella scuola Diaz, a Bolzaneto e nelle aule dei tribunali. Lo Stato si è autoassolto e ha scagliato la sua vendetta contro chi in quei giorni aveva deciso che quel mondo, che è anche il nostro, non andava affatto bene. Le ragioni di Genova, sono le ragioni di oggi, quelle che la pandemia ha reso ancora più evidenti. Un sistema ingiusto e diseguale, un clima devastato dall’economia, una violenza sistemica e patriarcale e la volontà sempre più forte di zittire e reprimere ogni focolaio di cambiamento.

Così, dopo 20 anni, la vendetta colpisce ancora una volta Luca, ma colpisce ancora una volta tutte e tutti noi.

Crediamo che Genova abbia rappresentato e rappresenti un elemento chiave nel nostro paese e non solo, su cui bisogna tenere sempre acceso il fuoco della memoria e della giustizia, contro l’oblio e l’isolamento. Perché si parte insieme e si torna insieme.

Vag61 – Spazio libero autogestito
Centro di Documentazione dei Movimenti “F. Lorusso – C. Giuliani”

* * * * * * * * * *

Queste le iniziative di “GENOVA 2001-2021, NON SPEGNI IL SOLE SE GLI SPARI ADDOSSO” organizzate dal Centro di documentazione dei Movimenti “F. Lorusso – C. Giuliani” – Vag61:

4 giugno • Vag61, ore 18.30 presentazione di Zapruder n. 54 “Zona Rossa”, a 20 anni dal G8 di Genova

19 giugno • Vag61, ore 18.30 presentazione dell’ARCHIVIO DEL G8 – ore 20 cena sociale – ore 21.30 spettacolo teatrale “I GIORNI DI GENOVA”

4 luglio • piazza S. Rocco, dalle ore 14.00 “20 ANNI DAL G8 DI GENOVA 20 ANNI DI R-ESISTENZA” – Concerti, mercatino cultural-resistente e per finire spettacolo teatrale della compagnia Area Teatro “20 ANNI – CRONACHE DI INIZIO MILLENNIO DAL G8 DI GENOVA” in collaborazione con Pratello R’Esiste

9 luglio • Vag61, ore 20 cena sociale – ore 21.30 presentazione del fumetto collettivo “Nessun rimorso” pubblicato da Supporto Legale, con Zerocalcare

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Non spegni il sole se gli spari addosso!

Presentazione di “Archivio G8”

SABATO 19 GIUGNO’021 alle 18,30

Il Centro di documentazione dei Movimenti “F. Lorusso – C. Giuliani” – Vag61 (via Paolo Fabbri, 110 – Bologna) presenta la seconda iniziativa dedicata al ventennale del G8 di Genova:

– ore 18,30: presentazione dell’“Archivio G8”, il fondo documentario costituito dagli atti processuali acquisiti dal Genoa Legal Forum ed ora conservato dal Centro di documentazione

Intervengono:
Carlo A. Bachschmidt (segreteria legale del Genoa Legal Forum)
Valerio Monteventi (Centro di documentazione “F. Lorusso – C. Giuliani”)
In collegamento da Genova la famiglia Giuliani

– ore 20: cena di autofinanziamento

– ore 21,30: “I giorni di Genova”, rappresentazione teatrale scritta da Carlo A. Bachschmidt e Annalisa Camilli (voce narrante Erika Cavina, regia di Carlo A. Bachschmidt)

A vent’anni anni dal G8, la ricostruzione dei fatti attraverso atti processuali, video, registrazioni audio originali e interventi di Haidi Giuliani. Imponente lavoro di Carlo A. Bachschmidt, che ha proposto una sintesi del lavoro processuale di decine di avvocati del GLF che hanno difeso centinaia di manifestanti finiti a processo, imputati e parti offese. Alla fine dello spettacolo, quasi un’orazione civile, gli accadimenti risultano logici ed evidenti: a Genova il potere militare protetto dallo stato si è accanito con violenza inaudita contro la libertà di manifestare, “la più brutale repressione del dopoguerra in Occidente” (H. Giuliani).

NB: L’iniziativa si terrà all’aperto e l’ingresso è su prenotazione (telefonare al 371 1556546). Inoltre chiediamo a chi intende frequentare gli spazi di Vag61 di farlo osservando alcune precauzioni, come l’uso della mascherina, il distanziamento fisico e il rispetto della disposizione dello spazio.

Pubblicato in Archivio iniziative, Calendario, Home | Commenti disabilitati su Presentazione di “Archivio G8”

Assemblea pubblica verso Bologna transfemminista e transnazionale

DOMENICA 13 GIUGNO’021 alle 18

Iniziativa a cura di Non Una Di Meno

– dalle 18 alle 20: assemble pubblica

– dalle 20 alle 22: aperitivo e chiacchiere in compagnia

Dalla Turchia all’Europa dell’Est si stanno moltiplicando gli attacchi alla Convenzione di Istanbul. I governi affermano che la famiglia – dove quella violenza si consuma quotidianamente – è il baluardo contro la violenza e che le donne non vanno difese dagli uomini e dalle istituzioni violente, ma dalle persone Lgbt*qia+ che minacciano l’ordine naturale delle cose. È in atto un contrattacco patriarcale contro donne e persone Lgbt*qia+, ma è in atto anche una grande risposta politica.

In Turchia e nell’Est europeo per il primo luglio si stanno organizzando grandi mobilitazioni e vogliamo organizzarci anche in Italia, perché quello che sta accadendo in Turchia e nell’Est Europeo riguarda anche noi. In Italia durante la pandemia la violenza maschile contro le donne e la violenza di genere contro le persone Lgbt*qia+ sono cresciute esponenzialmente, e sono soprattutto donne coloro che hanno perso il lavoro e sono minacciate dall’imminente sblocco dei licenziamenti. Nel frattempo si discute un Piano di ripresa e resilienza che, con il Family Act, pianifica un’uscita patriarcale e razzista dalla crisi pandemica. Sulla passerella degli “Stati Generali della Natalità” Draghi ha detto che fare figli è “essenziale” per la società, come essenziale è la famiglia patriarcale, ciò che le forze reazionarie cercano disperatamente di difendere opponendosi al ddl Zan.

Per questo il primo luglio – la data ufficiale di uscita della Turchia dalla Convenzione di Istanbul – Non Una Di Meno si unirà a Bologna e in tante altre città alle mobilitazioni lanciate da donne e persone Lgbtqi+ e dalla rete E.A.S.T. – Essential Autonomous Struggles Transnational, in connessione con le mobilitazioni femministe e transfemministe contro la violenza maschile e di Stato in America Latina.

Per costruire una settimana di rivolta, che riporti nelle strade di Bologna la rabbia e la pretesa di libertà che abbiamo espresso a Verona città transfemminista, invitiamo Centri femministi antiviolenza, collettivi femministi e transfemministi, le reti Lgbt*qia+ che da mesi portano avanti la lotta per reclamare #moltopiudizan e costruire in città il percorso del pride, insieme alle lavoratrici, l* sex workers e le migranti che stanno combattendo contro l’impoverimento della loro esistenza e il razzismo, a un’assemblea per costruire la settimana di mobilitazione.

Dal 26 giugno all’1 luglio al Pride del 3 luglio: Bologna transfemminista e transnazionale!

Se toccano una rispondiamo tuttə

L’assemblea avviene in uno spazio aperto per garantire il distanziamento. Per garantire a tuttx la possibilità di partecipare ricordiamoci di mantenere le distanze e di indossare la mascherina!

Chi non riesce/vuole partecipare in presenza può scriverci alla pagina tramite messenger o una mail a nonunadimeno.bologna@gmail.com. Sarà inviato un link per collegarsi, sperando che mezzi e connessioni reggano dando la possibilità a tuttx di partecipare.

Pubblicato in Archivio iniziative, Calendario, Home | Commenti disabilitati su Assemblea pubblica verso Bologna transfemminista e transnazionale

Due anni di Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana: orgogliosi di essere #SPLAI!

Condividiamo il comunicato diffuso in Italia dal movimento per il Boicottaggio, Disinvestimento, Sanzioni (BDS) in occasione del secondo anniversario della campagna Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana (SPLAI) a cui Vag61 aderisce dal 2019:

Rifiutiamo l’apartheid israeliana
Orgogliosi di essere #SPLAI!

Il 5 giugno festeggiamo il secondo anniversario della campagna Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana. Siete ormai quasi 300 SPLAI in tutta Italia e le adesioni crescono nonostante le difficoltà create dalla pandemia.

Ringraziamo tutti gli spazi che hanno aderito alla campagna e esprimiamo vicinanza e solidarietà a quant* hanno subito la perdita dei propri cari, conseguenze economiche e nelle relazioni sociali a causa del COVID-19.

Migliaia di persone in tutta Italia sono scese in piazza nelle ultime settimane per protestare contro la sanguinosa repressione delle proteste popolari palestinesi a Sheikh Jarrah, i pogrom contro le comunità palestinesi in Israele e l’uso sproporzionato della forza, con gli spietati bombardamenti israeliani nella Striscia di Gaza e per dimostrare la propria solidarietà con i palestinesi. Il precario cessate il fuoco raggiunto non pone certo fine alla repressione dell’apartheid e alla brutalità del colonialismo in tutta la Palestina Storica, che infatti continua con arresti di massa dei palestinesi che hanno partecipato alle proteste, con l’assedio della Striscia di Gaza, con la prosecuzione della pulizia etnica.

Non fermiamo le iniziative di solidarietà concreta con la lotta dei palestinesi per la libertà, la giustizia e l’uguaglianza!

La comunità internazionale continua a ignorare quella che è ormai una realtà lampante: Israele sta commettendo crimini contro l’umanità di apartheid e persecuzione nei confronti di tutti i palestinesi (nei territori occupati, in Israele e nella diaspora), come ha confermato il recente rapporto di Human Rights Watch.

Israele deve rispondere dei suoi crimini contro i palestinesi. Di fronte alle complicità di governi, istituzioni e imprese con le politiche di Israele, la solidarietà concreta della società civile internazionale con il popolo palestinese è l’unica risposta.

La fine dell’apartheid è nelle nostre mani! #InOurHands

Ora più che mai è il momento di rafforzare ed estendere le campagne BDS, inclusa la campagna SPLAI.

Invitiamo tutti gli SPLAI a celebrare il secondo anniversario della campagna dimostrando la propria solidarietà con la lotta dei palestinesi per la liberà, la giustizia e l’uguaglianza.

(…)

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Due anni di Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana: orgogliosi di essere #SPLAI!

Presidio per la Palestina contro l’apartheid israeliana

SABATO 5 GIUGNO’021 alle 16,30 in PIAZZA NETTUNO

> > > Leggi su Zic.it: Di nuovo in piazza per la Palestina

Segnaliamo e invitiamo a partecipare al presidio per la Palestina che si terrà sabato alle 16,30 in piazza Nettuno, convocato con il seguente appello:

Ci ritroviamo dopo il corteo del 15 maggio perché, sebbene cinque giorni dopo è stato approvato il cessate il fuoco, le violenze quotidiane sui palestinesi non sono certo finite. In questi giorni il parlamento israeliano ha nominato Naftali Bennett come nuovo primo ministro con l’obiettivo di ridarsi credibilità agli occhi dell’opinione pubblica mondiale. Tuttavia, sappiamo che Bennett non è diverso da Netanyahu e dagli altri leader sionisti nei confronti del popolo palestinese, ricordiamo la sua frase “nella mia vita ho ucciso molti arabi e non me ne faccio un problema”.

Crediamo sia importante, ora più che mai, non far calare l’attenzione sulla Palestina in una fase in cui i media cercano di veicolare il messaggio che l’emergenza sia passata. Dopo la tregua sono aumentati a dismisura gli arresti dei palestinesi, l’espulsione dalle loro case e l’espropriazione delle loro terre. L’occupazione non è finita.

Ci vediamo in piazza del Nettuno a Bologna il 5 giugno alle ore 16, in solidarietà con il popolo palestinese che resiste da Sheik Jarrah a Gaza, dalla moschea di al-Aqsa ai campi profughi del Libano, dalla Cisgiordania ai territori del ‘48.

I popoli in rivolta scrivono la storia, Intifada fino alla vittoria!

Adesioni: qui

Pubblicato in Archivio iniziative, Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Presidio per la Palestina contro l’apartheid israeliana

Presentazione di Zapruder n. 54 “Zona Rossa”, a 20 anni dal G8 di Genova

VENERDI’ 4 GIUGNO’021 alle 19,30

> > > Foto della serata: qui

Iniziativa a cura di Zapruder – Storie in movimento:

A venti anni dal G8 del 2001 la rivista “Zapruder” ha dato alle stampe un numero dedicato a quelle giornate, o meglio a cosa le ha precedute e cosa ne è seguito. Se ne discuterà a Bologna presso il Centro di documentazione dei Movimenti “F.Lorusso-C.Giuliani”  – Vag61, in via Paolo Fabbri 110. Uno spazio a noi caro, che ci ha ospitato in più di un’occasione per le nostre riunioni, assemblee, presentazioni e iniziative.

Intervengono:
Roberto Ventresca – redazione di Zapruder
Archivio dei movimenti sociali – 14 dicembre di Torino
Supporto Legale

Modera:
Antonello Martelli – Centro di documentazione “Lorusso – Giuliani”

– ore 19,30: cena sociale
– ore 20,30: inizio presentazione

Abbi cura di te e di chi ti sta intorno. Indossa la mascherina, tieni la distanza: ci sono molti modi di saperci vicini e vicine, compagni e compagne.

Pubblicato in Archivio iniziative, Home | Commenti disabilitati su Presentazione di Zapruder n. 54 “Zona Rossa”, a 20 anni dal G8 di Genova

Puoi sostenere l’autogestione anche con il 5×1000!

Sostieni i progetti e le iniziative di Vag61! Compilando la dichiarazione dei redditi firma nel riquadro dedicato alle associazioni di promozione sociale ed inserisci CF: 91241310373

Vag61 è uno spazio libero autogestito e tutte le sue attività e i suoi progetti si basano sull’autofinanziamento. Il lockdown si è fatto sentire anche da questo punto di vista e ogni contributo può aiutarci a far fronte alle spese, per continuare a portare avanti i percorsi di autorganizzazione, autoproduzione e mutualismo che hanno casa in via Paolo Fabbri 110. Perché l’autogestione è una ricchezza comune che va costruita e alimentata giorno per giorno, perché ogni spazio liberato è uno spazio da attraversare e difendere collettivamente!

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Puoi sostenere l’autogestione anche con il 5×1000!

Fascisti in piazza il Primo maggio? Inammissibile!

I fascisti, lo sappiamo, non hanno un granché di cui vantarsi sulle loro malefatte, forse è per questo che, ogni volta, nell’indire i loro provocatori raduni cambiano nome. Il prossimo primo maggio hanno chiamato all’adunata e vorrebbero ritrovarsi a Bologna per una non meglio specificata “tutela dell’interesse nazionale”. Per fortuna un sentimento di ostilità antifascista è da sempre molto presente nella nostra città.

Fin dagli anni cinquanta e per tutti gli anni settanta, ogni volta che i fascisti prenotavano una piazza per farci un’iniziativa, qualche ora prima il tam tam antifascista arrivava nelle fabbriche e, in poco tempo, tanti operai lasciavano il lavoro per occupare la piazza, inibendola al fascista di turno. Dagli anni novanta in poi a praticare l’antifascismo nelle strade sono stati i movimenti, con la sinistra istituzionale che delegava completamente la faccenda e i conseguenti problemi di ordine pubblico alla questura. Così è stato con la prima grande mobilitazione contro Forza Nuova del 13 maggio 2000 e con le più recenti, fino ai giorni nostri, sempre contro il movimento di Fiore e Casa Pound.

Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Fascisti in piazza il Primo maggio? Inammissibile!

Il 25 aprile nella Cirenaica antifascista!

Evviva le/i partigiane/, è festa d’aprile! In Cirenaica, il rione dove ogni via parla di Resistenza, nel giorno del 76esimo anniversario della Liberazione: perchè è nelle strade che vive l’antifascismo! In presidio davanti alla lapide partigiana di via Bentivogli prima della manifestazione cittadina Antifascistə sempre, resistenze contro la crisi! Dalla Cirenaica antifascista, con Lorenzo “Orso” Orsetti nel cuore!

> > > Altre foto: su Zic.it

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Il 25 aprile nella Cirenaica antifascista!

Evocazione notturna dei numi tutelari

Da Resistenze in Cirenaica: “Questa notte è stato celebrato un rito propiziatorio. Sono stati convocati alcuni dei genii loci, i numi tutelari, che presiedono la contrada ribelle. L’evocazione è avvenuta sul ponte di via Libia, uno degli elementi architettonici più caratteristici della Cirenaica, nella piazzetta del mercato rionale già ribattezzato largo Violet Gibson e in mura Anteo Zamboni. Tutte le energie volitive si sono concentrate allo scopo di alterare l’andamento in-naturale degli eventi, l’incantesimo è stato lanciato, gli spiriti del luogo hanno risposto e si sono materializzati per svelarci l’inganno della resilienza, ricordarci il potere della resistenza e liberarci dalla magia nera che ci ha tenuti in scacco per troppo tempo. Buona Liberazione!”.

> > > Altre foto: su Resistenze in Cirenaica

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Evocazione notturna dei numi tutelari

Antifascistə sempre, resistenze contro la crisi!

DOMENICA 25 APRILE’021 alle 10 @ PIAZZA DELL’UNITA’

> > > Articolo e audio dalla manifestazione: su Zic.it

«Solo sconfiggendo l’individualismo e l’egoismo in ciascuno di noi si può fare la differenza. Sono tempi difficili lo so, ma non cedete alla rassegnazione, non abbandonate la speranza. Mai!»
Lorenzo Orsetti – Orso Tekoşer

Scarpe rotte eppur bisogna andar

Il 76° anniversario della liberazione dal nazifascismo si presenta con alle spalle oltre un anno di pandemia globale gestita in maniera fallimentare sia dal punto di vista sanitario che sociale. Il covid-19 ha rivelato la debolezza di un sistema liberista sempre più antisociale, a partire dalla privatizzazione della sanità che non è in grado di rispondere alle necessità popolari, ed è fondamentale individuare le responsabilità politiche precise di chi ci ha portato in questa situazione.

In nome dell’emergenza si calpestano i diritti dei/lle più deboli e si prospetta una situazione sempre più desolante in materia di occupazione, casa, reddito, diritti democratici e autodeterminazione.

Non siamo tuttə sulla stessa barca. Lo dice il numero delle donne licenziate, lo dice la situazione disumana e di abbandono in cui sono costrette le persone migranti nei centri di accoglienza che di accogliente hanno solo il nome, lo dice il sovraffollamento delle carceri, lo dice chi non si può permettere una sanità privata. La retorica sulla quarantena felice ha fatto pena da subito lasciando il posto a persone con reddito dimezzato o annullato, aumento della violenza domestica a discapito delle donne, aumento delle difficoltà per chi lavora in nero o con contratti con poche garanzie. Il tutto ahinoi aumentando una guerra tra poveri di cui si nutrono consapevolmente le istituzioni e i padroni.

La retorica del destino comune si contrappone alla necessità di rispondere a quella che sembra essere l’approfondirsi di una guerra di classe dall’alto per l’affermazione delle logiche di mercato in ogni ambito delle nostre vite. Un sempre più pervicace autoritarismo si esercita in virtù di un emergenzialismo che permette per via amministrativa di conculcare libertà fondamentali. Che cosa fare in questa situazione? Di fronte all’impossibilità delle consuete mobilitazioni potevamo stare in un angolo a lagnarci e invece abbiamo riscoperto come ancora una volta il mutuo appoggio sia una forma attiva di conflitto e resistenza.

Continua a leggere

Pubblicato in Calendario, Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Antifascistə sempre, resistenze contro la crisi!

Ci mancherai


Ti ricordi il corteo NoTav a Torino? Al concentramento in piazza Statuto tra decine di migliaia di persone noi non siamo riusciti a trovare due camparini prima di metterci in marcia, tu in pochi minuti hai individuato il banchetto con il vino quello buono, bio. Le iniziative del CentroDoc il martedì sera e quelle sul marzo del ’77? Le lotte, le canzoni, la storia e il futuro. Ogni volta come fosse la prima, ogni volta un racconto o un aneddoto di quegli anni, le imprese del vostro gruppo. E quell’altra volta alla manifestazione nazionale di Nudm a Roma? Avevi sentito parlare di un centro sociale vicino piazza San Giovanni e ci abbiamo fatto un salto prima del ritorno ai pullman. Il pranzo di pesce che hai voluto organizzare per l’autofinanziamento di Vag? Fu un’idea staordinaria, il menù anche di più. E quell’annosa discussione in cucina su Battisti (il cantante) e sull’impiattamento. E come lo trovavi un accordo con quell’altro cuoco, sull’una e l’altra questione. Quella sera che al bancone hai proposto il cocktail ‘Pierino’, e quell’altra che ci hai fatto provare quel liquore dal colore verdastro e dal nome improbabile. Del resto abbiamo sempre avuto tanto da imparare, non sei mai riuscito a spiegarti come potessimo offrire a qualche malcapitato alcune delle bevande in mostra. I lavori per ristruttuare la sala grande dell’archivio e la dedica dipinta sulla parete.

E le domeniche pomeriggio con il collettivo Bella Zio? I film erano un po’ datati, ma quanto erano attuali. E poi il buon the e i ‘brostulli’ nel cono di carta. E che giornata quella della ‘tombolata straVagante’ per finanziare il documentario del CentroDoc. E le risate, quante risate. Che piacere vedervi ridere insieme. I pranzi di autofinanziamento in giro per gli spazi sociali della città, sempre un’occasione per sostenerli, per rivedere i vecchi compagni e incontrare quelli più giovani. E poi Lortica! Quante serate e quanti sorrisi regalati. La passione e l’eleganza nel presentare il piatto della settimana o il vino appena inserito in carta. E poi che bello quando con i cortei passavamo da via Mascarella, sempre in piedi lì davanti con la sciarpetta al collo e il pugno alzato. Una certezza. Anche quell’altra volta che a Porta San Donato invece hai un po’ sbottato di fronte a tre cortei diversi che facevano di tutto per non incontrarsi. E le domeniche a Cesenatico? Quanto si stava bene al Bagno Andrea. Quella volta della trash sulla spiaggia e quell’altra del compleanno di Murubutu. Le presentazioni e le proiezioni al tramonto, faremo buon uso del telone che ci hai regalato..promesso! Noi ci ricordiamo tutto, questo e tanto altro ancora.

Ciao Andre, ci mancherai! Un abbraccio a Ilaria e Dodi.

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Ci mancherai

Ciao Andrea

da Zic.it:

La nostra storia è troppo bella
per essere spazzata via
dalla tua assenza.
Assenza ingombrante, rumorosa,
ma per noi
solo un’assenza.
Impossibile pensarti lontano.
Un frastuono aggroviglia sentimenti
impossibili da esprimere.
Parole vuote
raccontare chi sei stato.
E poi,
per noi ci sei.
Abbiamo navigato nella storia.
Navigheremo ancora insieme.
I nostri sogni
mai abbandonati
mai li abbandoneremo.

Ciao Andrea

Le tue compagne e i tuoi compagni

Bologna, 11 aprile 2021

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Ciao Andrea

“Materia viva”, un fumetto per parlare di diritto alla salute

Segnaliamo la pubblicazione di “Materia viva”, un fumetto che parla di diritto alla salute realizzato dalla collettiva Käthe.

“Käthe è una collettiva acerba, fluida e ibrida. Käthe è nata nel 2020, in piena sindemia, e sta crescendo in spazi domestici e virtuali. Käthe è la voce di un fumetto sul diritto alla salute. Käthe è aperta a incursioni e collaborazioni”.

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su “Materia viva”, un fumetto per parlare di diritto alla salute

Solidarietà a Michele e Valerio, contro ogni confine!

Il gruppo di 8 ragazzi che cercavano di attraversare la frontiera, 5 afgani e 3 iraniani tutti maggiorenni. Sono stati fermati dalla polizia di frontiera francese insieme ai fotogiornalisti italiani Michele Lapini e Valerio Muscella che stanno documentando la situazione alla frontiera italo-francese tra Claviere e Monginevro. Credits: Michele Lapini e Valerio Muscella

Piena solidarietà e sostegno a Michele e Valerio! Non può essere reato attraversare un confine immaginario, non può essere reato raccontare le storie di chi si mette in cammino e il dramma delle frontiere.

Condividiamo le parole di Michele su quanto accaduto l’altra notte:

Quello che succede alle frontiere è anche questo, che colpisce chi racconta le storie di chi quei confini li attraversa. Che siano in mezzo alle montagne o in mezzo al mare.

Con il mio fratello Valerio Muscella abbiamo avuto il piacere di conoscere solamente un pezzettino di quello che si trova davanti una persona che si mette in cammino.
Una cella videosorvegliata dove devi chiedere il permesso per pisciare, nonostante il passaporto giusto.

Fare giornalismo significa anche questo, mettersi al pari e cercare di scardinare le gerarchie che i nostri documenti ci impongono, oltre che i nostri ruoli.

Eravamo colpevoli di aver attraversato una linea immaginaria insieme ad altri esseri umani. Questo è un crimine per alcuni, per altri è libertà.

Pubblicato in Comunicati, General, Home | Commenti disabilitati su Solidarietà a Michele e Valerio, contro ogni confine!

“La versione di Jean” in anteprima streaming su OpenDDB

GIOVEDI’ 8 APRILE’021 

OpenDDB: Dopo la selezione al Torino Film Festival 2020 ed in occasione della giornata internazionale di Rom, Sinti e Camminanti, “La versione di Jean” arriva in anteprima assoluta su OpenDDB (Distribuzioni dal Basso) per una proiezione speciale.

GIOVEDI 8 APRILE 2021
Disponibile per 24 ore

Proiezione di “La versione di Jean” (Ita – 2020 – 63′)
Regia di Manuela Cencetti, Jean Diaconescu e Stella Iannitto
PRENOTA IL TUO POSTO (donazione consigliata 4 euro):  openddb.eu/jean

SINOSSI

Per quindici anni, alla periferia Nord di Torino, è esistito il campo rom di Lungo Stura Lazio, il cosiddetto Platz. Era una delle baraccopoli più grandi d’Europa. La versione di Jean è la storia di un uomo che con il suo cellulare filma e registra diversi momenti di vita quotidiana del campo, fino alla sua totale distruzione. Ora, nel grande spazio rimasto vuoto dopo lo sgombero, riaffiorano i suoi ricordi.

Questa storia è raccontata attraverso immagini, suoni e documenti raccolti da Jean Diaconescu, che ha vissuto per anni in quel campo, e da altri abitanti di Lungo Stura. La narrazione ufficiale sullo sgombero forzato e la distruzione di un campo rom è nota da sempre. È rimasta invece inascoltata e inaccessibile la versione di Jean e delle altre persone che hanno vissuto e resistito in quel luogo per tanto tempo.

La versione di Jean è un documentario autoprodotto realizzato attraverso una campagna di crowdfunding. Il film sarà visiibile in streaming con una donazione libera (consigliata 4 euro).

SOSTIENI IL CINEMA INDIPENDENTE!

Pubblicato in Archivio iniziative, Calendario, Home | Commenti disabilitati su “La versione di Jean” in anteprima streaming su OpenDDB

Crowdfunding per la Palestra Popolare Vag61


Segnaliamo e condividiamo il crowdfunding per la Palestra Popolare Vag61:

IL PROGETTO

Dieci anni di aggregazione, sport, solidarietà in uno scantinato in cui mancava tutto!

Quando per la prima volta siamo entrati nella struttura del Beltrame, il progetto della palestra di Muay Thay Vag61 pareva audace e pioneristico, ma ora condivide lo stesso ideale con palestre popolari in tutto il mondo.

Nel corso degli anni abbiamo messo al centro del nostro impegno quotidiano e collettivo un’idea di sport, di stare insieme diversa: sport popolare e dal basso.

Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Crowdfunding per la Palestra Popolare Vag61

Presentazione Archivio Autonomia (video)

A cura del Centro di documentazione dei movimenti “Francesco Lorusso – Carlo Giuliani”

> > > Guarda la registrazione dell’incontro:

 

Continua a leggere

Pubblicato in Archivio iniziative, Archivio video, Home | Commenti disabilitati su Presentazione Archivio Autonomia (video)

Ciao Sante

Ciao Sante. Grazie.

> > > Leggi su Zic.it:

“Ragazzi, organizzatevi”: addio a Sante Notarnicola (video)

Mille voci in ricordo di Sante

Sante, un compagno senza tempo

Bandiere rosse al vento, bandiere rosse per Sante

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Ciao Sante

Orso in Cirenaica, Orso partigiano tra le/i partigiane/i!

In questi tempi complicati, una bella notizia: nel secondo anniversario della morte di Lorenzo ‘Orso’ Orsetti, nome di battaglia Tekoser, apprendiamo che il suo nome è tornato ad essere visibile lì dove merita di stare, tra le/i tant/i antifasciste/i, internazionaliste/i, partigiane/i a cui sono intitolate quasi tutte le strade della Cirenaica. Perchè Orso a 33 anni è stato ucciso in Siria, dove aveva deciso di andare a combattere per sostenere le unità curde Ypg impegnate a fermare l’Isis e difendere la rivoluzione del confederalismo democratico in Rojava: un esempio di società laica, antisessista e antifascista in pieno Medio Oriente. Dopo la sua morte, in una piccola area verde senza nome, all’inizio di via Sante Vincenzi, era stata affissa una targa in suo ricordo: “Giardino Lorenzo Orsetti detto Orso – Partigiano (1986-2019)”. Un’intitolazione spontanea, una delle tante che in questi anni hanno animato il quartiere rendendo opportuna memoria, ad esempio, al ferroviere anarchico Lorenzo Giusti e alle partigiane Vinka Kitarovic e Tolmina Guazzaloca: guerriglia odonomastica per fare dell’intero rione un grande luogo di memoria, raccontando le storie di resistenza al colonialismo e al fascismo.

Solo pochi mesi dopo, il Comune ha formalizzato una diversa intitolazione del giardino e la targa per Orso è stata rimossa. Molte critiche hanno accolto questa decisione (comprese quelle della famiglia Orsetti) e il Comune non ha trovato di meglio che ripararsi dietro una serie di motivazioni burocratiche. In risposta a tutto ciò, un anno fa, insieme a tante realtà cittadine era stata organizzata un’iniziativa pubblica che avrebbe riempito il giardino del ricordo di Orso e di solidarietà per la rivoluzione del Rojava: perchè, scrivevamo in quell’occasione, le targhe vanno e vengono ma la memoria e la libertà si seminano nelle strade. All’ultimo momento, lo scoppio improvviso della pandemia impedì lo svolgimento di quella giornata: è una rinuncia che ancora ci fa male, ma oggi almeno siamo felici di constatare che tra le/gli abitanti della Cirenaica c’è chi ha ritenuto che fosse giusto rimettere la targa in ricordo di Orso al suo posto. E allora proprio le sue parole, scritte prima di essere ucciso, oggi più che mai trovano senso e ci riempiono il cuore: “Sono tempi difficili, lo so, ma non cedete alla rassegnazione, non abbandonate la speranza; mai!”.

Orso in Cirenaica, Orso partigiano tra le/i partigiane/i!

RiseUp4Rojava! Jin, Jîyan, Azadî!

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Orso in Cirenaica, Orso partigiano tra le/i partigiane/i!

Aiutaci a sostenere le spese legali!

Da più di un anno ormai la possibilità di organizzare iniziative di autofinanziamento è bloccata dalla pandemia, ma per una realtà autogestita come la nostra restano molte spese a cui far fronte e tra queste ci sono anche quelle legali: strascico delle conseguenze giudiziarie connesse alle tante mobilitazioni sociali a cui le/gli attiviste/i di Vag61 hanno partecipato negli anni. Tra queste, ad esempio, presentano il conto le lotte del 2011 contro l’austerity e la precarietà (ricordate la famigerata lettera della Bce firmata da un certo Mario Draghi e da Jean Claude Trichet?) e quelle al fianco del movimento No Tav in Val di Susa.

Per questo ti chiediamo di darci il tuo sostegno e di partecipare a questa iniziativa di crowdfunding, per contribuire puoi:

# utilizzare il conto corrente: IT11M0501802400000011132917

# utilizzare Paypal

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Aiutaci a sostenere le spese legali!

Ora puoi sfogliare l’inchiesta di Zic.it su Covid e sistema sanitario

“Non sta andando tutto bene”, l’inchiesta sociale autogestita di Zic.it sul sistema sanitario bolognese durante la seconda ondata di Covid-19, diventa uno speciale cartaceo contenente tutti gli articoli finora pubblicati (da novembre 2020 a febbraio 2021): info / ordina su OpenDDB

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Ora puoi sfogliare l’inchiesta di Zic.it su Covid e sistema sanitario

Spesa sospesa: con il lockdown è ancora più importante contribuire!

Le attività della Colonna Solidale Autogestita continuano!

Nonostante tutte le difficoltà, determinate dall’inasprirsi della crisi sanitaria, le attività della Colonna Solidale Autogestita non si fermano per sostenere chi è in difficoltà da mesi.

Con il nuovo lockdown diventa sempre più necessario il supporto di tuttu, se vuoi contribuire ????https://colonnasolidale.org/dona/ oppure sostieni il crowdfunding per l’acquisto di pannolini e assorbenti ????https://sostieni.link/27023

????La solidarietà è la nostra forza, l’autorganizzazione è la nostra pratica, diffondiamole!????????????

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Spesa sospesa: con il lockdown è ancora più importante contribuire!

SpReAd riparte, i bonus Covid invece continuano a essere ampiamente insufficienti

TUTTI I LUNEDI’ DALLE 17 ALLE 20 (SU APPUNTAMENTO)

Lunedì 11 gennaio lo Sportello per il Reddito e l’Autodeterminazione ripartirà con le attività di supporto per domande di accessi al reddito, compilazione di attestazioni Isee e per attività di ricerca e supporto su altre forme di accesso al welfare. Nelle prime settimane di attività abbiamo elaborato richieste di Reddito di emergenza, richieste per i bonus proposti a specifiche categorie di lavoratori colpiti dagli effetti economici della pandemia, visto form online per richiedere l’iscrizione alle graduatorie delle case popolari, e abbiamo infine dato supporto in merito ad alcune domande di accesso al bonus affitti previsto dalla regione Emilia-Romagna e distribuito dai comuni.

In particolare nell’elaborare domande e richieste da rivolgere al Comune di Bologna abbiamo riscontrato da un lato gravi problemi tecnici delle pagine web, dall’altro esclusioni arbitrarie dai bonus di soggetti che avevano presentato le domande. Nello specifico, abbiamo rilevato la sostanziale impossibilità di inviare domanda di iscrizione nelle graduatorie Acer per ottenere un alloggio di edilizia popolare, nonostante sulle pagine del Comune sia indicata la possibilità di inviare domanda attraverso il form da questo predisposto: nei fatti, si può accedere alla pagina solo attraverso gli account di identità digitale Federa assegnati dal Comune stesso, che però sono stati ormai interamente sostituiti dagli account Spid e quindi impossibili da ottenere.

Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su SpReAd riparte, i bonus Covid invece continuano a essere ampiamente insufficienti

La spesa sospesa della Colonna Solidale Autogestita in Cirenaica

TUTTI I VENERDI’ DALLE 18 ALLE 20

Spesa Sospesa - Colonna solidale autogestitaRiprendono le attività della Colonna Solidale Autogestita anche in Cirenaica!
In questi mesi abbiamo sostenuto moltissime persone attraverso la spesa solidale, grazie alle donazioni di prodotti arrivate nei punti di raccolta, andiamo avanti!

Se vuoi contribuire puoi portarci:

  • generi alimentari non deperibili (pasta, passata, legumi in scatola, olio, latte)
  • prodotti per l’igiene e la pulizia (detersivi, dentifricio, pannolini, assorbenti)
  • materiale per la scuola (penne, matite, quaderni)
  • farmaci da banco

>>> il venerdì a Vag61 dalle 18 alle 20

la Colonna è attiva anche:

>>> il martedì al Circolo Anarchico Berneri, piazza di Porta S. Stefano 1, dalle 16 alle 18

>>> il venerdì all’ Happy Center, via A. di Vincenzo 26/a, dalle 17 alle 18.30

Puoi sostenere le nostre attività anche con una donazione diretta o attraverso la campagna di crowdfunding

La solidarietà è la nostra forza, l’autorganizzazione è la nostra pratica, diffondiamole!

Pubblicato in General, Home | Commenti disabilitati su La spesa sospesa della Colonna Solidale Autogestita in Cirenaica

Solidarietà e complicità con la lotta NoTav!

(ZeroCalcare)

Da giorni la zona di San Didero in Val di Susa è militarizzata per sgomberare il presidio NoTav sul terreno dove dovrebbe sorgere l’autoporto. Un’ennesima opera inutile e dannosa che consuma suolo e impoverisce il territorio. Dopo mesi di occupazione per difendere quel polmone verde, decine di blindati e centinaia di celerini hanno iniziato lo sgombero del presidio, incontrando però la resistenza del movimento NoTav. L’ennesima colata di cemento che dimostra come di governo in governo, l’ambiente e i territori siano solamente spugne da strizzare per gli interessi economici e politici. La tenacia della resistenza popolare in un momento delicato per tutte e tutti noi, dimostra che la lotta rappresenta l’unica via d’uscita collettiva alla crisi ambientale e sociale. Siamo vicini al movimento NoTav, a Giovanna ferita al volto da un lacrimogeno sparato ad altezza uomo, a Dana uscita dal carcere ma non ancora libera, e a tutte le persone che con il corpo e il cuore resistono e si ribellano. Avanti NoTav, fino alla vittoria!

Vag61 – Spazio libero autogestito

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Solidarietà e complicità con la lotta NoTav!

Nasce Archivio Autonomia – sezione Autonomia Bolognese

Il Centro di Documentazione “F. Lorusso – C. Giuliani” annuncia la nascita del sito ‘Archivio Autonomia’ e la sua partecipazione al progetto con la cura e l’implementazione della sezione ‘Autonomia Bolognese’.

CentroDoc: Da qualche giorno è aperto il sito “ARCHIVIO AUTONOMIA”. La navigazione è iniziata con quattro Archivi (Collettivi Politici Veneti, Autonomia Bolognese, Autonomie del Meridione e Fondo DeriveApprodi). Il CentroDoc “F. Lorusso – C. Giuliani” partecipa al progetto curando e implementando la sezione su l’autonomia bolognese. Il nostro auspicio, così come quello degli altri compagni che hanno dato vita al progetto, è che, nel tempo, si aggiungano altri Archivi per raccontare la storia dell’Autonomia Operaia Italiana, salvaguardando la memoria documentale, attraverso giornali, riviste, volantini, manifesti, audio e video. L’indirizzo del sito è www.archivioautonomia.it, oppure c’è la pagina fb.

La presentazione della sezione “Autonomia Bolognese”:

Ricostruire e ricordare le storie che hanno dato vita alla nascita di movimenti, organizzazioni politiche e conflitti è opera ardua e decisamente complessa. I ricordi e le ricostruzioni sono necessariamente condizionati dalla soggettività di chi si confronta con la narrazione. Anche se si è stati protagonisti. Tuttavia, per non permettere che le storie o la Storia con la “S” maiuscola siano ri-costruite attraverso “verità giudiziarie” le raccontiamo noi, con una visione partigiana, per dare lustro ai percorsi di lotta che ci hanno permesso di assaporare l’Assalto al Cielo.

Continua a leggere

Pubblicato in Archivio iniziative, Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Nasce Archivio Autonomia – sezione Autonomia Bolognese

#Sindemia0202 – Convegno sulla salute

DOMENICA 28 MARZO’021 dalle 10

Il convegno nato dall’appello dell’Assemblea per la salute del territorio

> > > Video dell’iniziativa: sessione 1sessione 2sessione 3

#Sindemia0202 è una sperimentazione che nasce dall’esigenza di costruire in modo collettivo delle coordinate per orientarsi nel presente. Un tempo duro, difficile, complesso, in cui la violenza pandemica ha fatto emergere con forza una lunga serie di contraddizioni: la radicale insufficienza e inadeguatezza del sistema sanitario, la prevalenza dell’interesse economico privato sulla salute comune, la necessaria intersezionalità del concetto di salute, che non può essere legato alla semplice presenza di una qualche forma di “malattia” ma deve essere considerato in modo olistico, prendendo ad esempio in considerazione determinanti sociali e ambientali.

Perché Sindemia 0202? Perché gli effetti del Covid 19 esplosi lo scorso anno hanno superato quelli di una pandemia, configurando una vera e propria sindemia, in cui la sovrapposizione di problemi di salute con fattori ambientali, economici e sociali si è scaricata sulla società colpendo con durezza le fasce più deboli della popolazione e aggravando le diseguaglianze. E noi vorremmo invece rovesciare questa situazione. Per provare ad affrontare e approfondire questi e altri nodi, abbiamo lanciato un appello per costruire questo convegno, come momento aperto di discussione e confronto per strutturare anche un tessuto di connessioni e relazioni orientato a produrre sapere e possibilità di iniziativa all’interno e al di là del momento pandemico.

Continua a leggere

Pubblicato in Calendario, Home | Commenti disabilitati su #Sindemia0202 – Convegno sulla salute

Il regalo dell’8 marzo dell’Asl Bologna alle donne

Condividiamo il comunicato dell’Assemblea per la salute del territorio

Da ieri è stato chiuso il punto nascita dell’ospedale di Bentivoglio per destinare letti e specialisti all’emergenza Covid.

E’ una notizia davvero sconfortante, ancora più terribile vederla datata proprio 8 Marzo, giornata in cui da sempre le istituzioni fanno a gara per sbrodolarsi addosso dolci parole sull’importanza delle donne e della loro tutela.

Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Il regalo dell’8 marzo dell’Asl Bologna alle donne