Il mondo in fiamme. I movimenti di protesta da Wikileaks a Hong Kong [Anteprima TTFF2022]

VENERDI’ 30 SETTEMBRE’022 alle 19

Iniziativa a cura di SMK Factory, OpenDDB  e Vag61

Anteprima del Terra di Tutti Film Festival 2022

Il mondo in fiamme. I movimenti di protesta da Wikileaks a Hong Kong.

Programma:

– alle 19: inizio serata

– cena sociale

– alle 20,30: introduzione a cura di SMK Factory, Jonathan Ferramola (direttore TTFF), Marco Di Noia (regista)

– alle 21: proiezioni dei film in anteprima: “Hong Kong ga yau” [info] e “Julian Assange. The price of truth” [info]

Ingresso libero, vi aspettiamo!

Pubblicato in Home, Prossime iniziative | Commenti disabilitati su Il mondo in fiamme. I movimenti di protesta da Wikileaks a Hong Kong [Anteprima TTFF2022]

Riparte il Doposcuola Solidale!

TUTTI I LUNEDI’ E I MERCOLEDI’ DALLE 17 ALLE 19

Riparte il Doposcuola solidale della Colonna Solidale Autogestita.

Uno spazio inclusivo, di aiuto didattico e sostegno ma anche uno spazio in cui ragazze e ragazzi possano crescere e conoscersi in un ambiente in cui solidarietà e mutuo appoggio sono le basi della vita collettiva.

> Se vuoi partecipare, se vuoi collaborare al progetto, se hai libri e materiale didattico da mettere in condivisione: contattaci al 3756427644

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Riparte il Doposcuola Solidale!

Aborto: lotte dal basso e pratiche di mutuo aiuto in Italia

SABATO 24 SETTEMBRE’022 alle 17,30

Iniziativa a cura del collettivo Mujeres Libres:

Parliamo di supporto, norme ed esperienze di resistenza attorno all’accesso all’interruzione volontaria di gravidanza.

Verrebbe da chiedersi: se c’è una legge, perchè occorre supportare dal basso chi vuole abortire? La legge 194/1978 non è perfetta. Nei fatti, non garantisce il diritto a decidere sui nostri corpi e, tra i suoi limiti piú rilevanti spicca quello che, a 44 anni dalla sua approvazione, garantisce l’obiezione di coscienza,che in alcune regioni si avvicina al 100% . Aggiungiamo poi le strutture sanitarie al collasso, le poche informazioni, lo stigma e i km di chi abita fuori da centri fortunati e allora si che abortire diventa una corsa ad ostacoli ed avere un aiuto può fare la differenza!

Questo sabato vogliamo prendere la parola e fare il punto sulle pratiche di supporto all’IVG dal basso e le lotte portare avanti dai movimenti in vari territori. Indipendentemente dai politicanti di turno noi abbiamo sempre lottato e non ci fermeremo di certo adesso.

Programma:

– alle 17,30: tavola rotonda con Collettiva Isterica, Obiezione Respinta, RICA Pro-choice, Sportello GRETA di Nudm Firenze, Women on Web, IVG ho abortito e sto benissimo (con contributo video)

– alle 20,30: cena sociale

*Questo evento si inserisce all’interno di una rassegna che ci accompagna verso (e oltre) il 28 settembre, la giornata internazionale dell’aborto libero, sicuro e gratuito

*A causa di questioni logistiche vincolanti, la serata si sovrapporrà all’inaugurazione del Festival “Some Prefer Cake”. Supportiamo le sorelle del SPC e moltiplichiamo gli eventi transfemministi in città!

Pubblicato in Archivio iniziative, Home | Commenti disabilitati su Aborto: lotte dal basso e pratiche di mutuo aiuto in Italia

Gaza resiste – Stop all’aggressione israeliana

MARTEDÌ 9 AGOSTO’022 alle 18 @ PIAZZA NETTUNO

> Su Zic.it: In piazza per Gaza: “Stop all’aggressione israeliana!” (audio+foto)

Oggi alle 18 in piazza del Nettuno a fianco del popolo palestinese!

Info evento Gep Bologna: Gaza Resiste – Stop all’aggressione israeliana!

Pubblicato in Archivio iniziative, Home | Commenti disabilitati su Gaza resiste – Stop all’aggressione israeliana

Il 2 agosto in piazza

MARTEDI’ 2 AGOSTO’022 alle 8,30 @ PIAZZA NETTUNO

> Su Zic.it: Strage, in piazza la città che non dimentica (foto)

Il 2 agosto 1980, alle 10.25 di mattina, una bomba scoppia alla stazione di Bologna. Il suo risultato: 85 morti. Fin da subito, chi di dovere si occupa di depistare le indagini, lasciando una scia di false informazioni che si protrae ai giorni nostri. Fortunatamente, la verità viene fuori e la matrice dell’attentato appare chiara: si tratta di una bomba ordinata dallo Stato e messa dai fascisti. Una bomba che si inquadra in una strategia stragistica maturata tra pezzi di Stato e massoneria. La sentenza di primo grado con cui pochi mesi fa è stato condannato l’ex militante di Avanguardia Nazionale Paolo Bellini come co-esecutore dell’attentato ha messo nero su bianco il ruolo di primo piano di un alto dirigente del ministero dell’Interno e ricostruito il flusso di denaro partito dalla loggia P2 di Licio Gelli per finanziare fascisti e depistatori. Ma nessuno dei fatti precedenti aveva fatto tanti morti quanti sono quelli della bomba a Bologna. I fascisti Fioravanti, Ciavardini e Mambro, con svariate complicità dentro e fuori lo Stato, hanno lasciato un segno profondo di 85 morti e centinaia di feriti, passando per processi-farsa e revisionismi anche da parte istituzionale. Tutt’oggi, gli eredi della destra di quegli anni spingono per una revisione storica e morale di quel giorno, puntando a scagionare i camerati da ogni implicazione con la strage. Macchinazione avvenuta per affossare lotte e tentativi di cambiare la società, e per la quale quegli anni sono stati il banco di prova. Tutt’oggi, infatti, pratiche da parte dello Stato atte a colpire le lotte dal basso, sono ancora attuate. Hanno smesso con le bombe, ma non sono meno efficienti.

È il caso dei sindacalisti Si Cobas e Usb che in questi giorni hanno ricevuto misure cautelari e perquisizioni ai quali va tutta la nostra solidarietà e che la Procura vorrebbe far passare per delinquenti comuni che campavano sulle spalle dei compagni, affossando quelle che sono tutt’ora -nonostante la repressione- delle lotte dal basso. Lo stesso meccanismo lo vediamo in moto nei confronti di Askatasuna e della lotta No Tav a Torino e in Val Susa dove si vuole fare passare per associazione a delinquere quelle che sono le lotte sociali.

Anche quest’anno, la città di Bologna ricorderà quella triste giornata al fianco di chi, quella mattina, ha perduto persone care. Persone che non hanno mai smesso di cercare la verità fino in fondo, poiché non basta sapere solo chi la bomba l’ha messa: i vuoti lasciati dai depistaggi non sono pochi e sono profondi. Ma, volenti o nolenti, una cosa risulta chiara: lo Stato ordina, i fascisti eseguono. Niente e nessuno, può nasconderlo o proporre una lettura diversa. Per questo, il 2 agosto di quest’anno, prenderemo parte al corteo che ogni anno si svolge qui a Bologna.

2 AGOSTO 2022 h8,30 PIAZZA DEL NETTUNO
TERRORISTA E’ LO STATO!

Realtà Antifasciste Bolognesi

Pubblicato in Archivio iniziative, Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Il 2 agosto in piazza

Fermare Erdogan! Difendiamo la rivoluzione del Rojava!

MARTEDI’ 19 LUGLIO’022 alle 18,30 @ PIAZZA NETTUNO

> Su Zic.it: In piazza nel decimo anniversario della Rivoluzione del Rojava: “Fermare Erdogan!” (audio+foto)

Il Memorandum d’intesa tra Turchia, Svezia e Finlandia, voluto fortemente da Erdogan per dare il suo via libera all’adesione dei due paesi nordici all’adesione alla Nato, oltre a chiarire una volta di più l’ipocrisia dell’Alleanza atlantica dà il via libera all’esercito turco e alle milizie jihadiste da esso sostenute per una nuova invasione della Siria.

Il governo Draghi va nella stessa direzione intensificando i rapporti col regime turco – con la stipula di protocolli ministeriali bilaterali su energia (con il rilancio del Tap), controllo delle frontiere, cooperazione militare ed economica – mentre restringe all’interno del paese i margini di agibilità per i/le curdi/e e i/le loro solidali ed aumenta i tributi all’economia di guerra.

L’Amministrazione autonoma della Siria del Nord Est ha dichiarato lo stato di emergenza per opporsi all’imminente invasione e ha invitato tutt* le/i compagn* a mobilitarsi. Come sabato 11 giugno in centinaia abbiamo manifestato per le strade di Bologna in sostegno alla resistenza curda e contro le aggressioni in Iraq del nord e nella Siria del Nord Est da parte della Turchia, invitiamo tutt* a partecipare al presidio in piazza Nettuno nel decimo anniversario della Rivoluzione del Rojava, iniziata con la liberazione di Kobane dal regime di Assad e continuata con la lotta delle forze di autodifesa YPG e YPJ contro Daesh.

Biji YPG! Biji YPJ! Biji ROJAVA!

PRESIDIO IN PIAZZA NETTUNO – BOLOGNA, MARTEDÌ 19/7 ORE 18,30

Ya Basta Bologna
Municipi Sociali Tpo e Labas – Bologna
Vag61 Spazio Libero Autogestito – Bologna
Mujeres Libres Bologna
Laboratorio Crash Bologna
Cua – Collettivo Universitario Autonomo Bologna
Circolo Anarchico Berneri
Staffetta
ADL Cobas Emilia Romagna
LUnA – Laboratorio Universitario d’Autogestione Bologna

Continua a leggere

Pubblicato in Archivio iniziative, Home | Commenti disabilitati su Fermare Erdogan! Difendiamo la rivoluzione del Rojava!

Dosio, Quadruppani, Prunetti per Valerio Evangelisti (video)

Su Zic.it le videotestimonianze inviate da Nicoletta Dosio, Serge Quadruppani e Alberto Prunetti per l’iniziativa “La radicalità narrativa di Valerio Evangelisti”, che si è svolta il 24 giugno 2022 a Vag61.

> Su Zic.it: Dosio, Quadruppani, Prunetti per Valerio Evangelisti (video)

Pubblicato in Archivio video, Home | Commenti disabilitati su Dosio, Quadruppani, Prunetti per Valerio Evangelisti (video)

Salutiamo l’occupazione di via Azzo Gardino: lunga vita all’autogestione!

(nella foto lo striscione appeso sulla palazzina nel 2013, a dieci anni dall’occupazione e dal successivo sgombero)

Salutiamo la nuova occupazione temporanea di via Azzo Gardino, lì dove quasi vent’anni fa nacque l’esperienza di Vag61. Uno spazio del Demanio vuoto da anni prima dell’occupazione nel 2003 e poi rimasto vuoto e inutilizzato, come di consueto, per altri anni dopo lo sgombero. Uno spazio ri-comprato un paio di anni fa dal Comune (a peso d’oro) con una perversa operazione di scambio di denaro pubblico tra enti pubblici. Ora come allora noi diciamo: lunga vita alle occupazioni, lunga vita all’autogestione e all’autorganizzazione!

Vag61 – Spazio libero autogestito

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Salutiamo l’occupazione di via Azzo Gardino: lunga vita all’autogestione!

Pratiche di mutualismo | Il tour italiano di Dean Spade

VENERDI’ 17 GIUGNO’022 alle 18

> Video della presentazione: su Zic.it / Foto: qui

Iniziativa a cura di Colonna Solidale Autogestita e Edizioni Malamente

“Mutuo appoggio è l’azione sovversiva di prendersi cura l’uno dell’altro mentre si lotta per cambiare il mondo”

Dal 15 al 19 giugno Dean Spade, autore di “Mutuo Appoggio” per le Edizioni Malamente sarà in Italia per un tour di presentazione del libro

La terza tappa è a Bologna, dove la Colonna Solidale Autogestita dialogherà con l’autore e il pubblico

L’appuntamento per il dibattito è alle 18 al Vag61

Continua a leggere

Pubblicato in Archivio iniziative, Home | Commenti disabilitati su Pratiche di mutualismo | Il tour italiano di Dean Spade

Roberto Roversi: agitatore culturale

VENERDÌ 10 GIUGNO’022 alle 17

> Video della conferenza: qui // Foto della serata: qui

Iniziativa a cura del Centro di documentazione dei movimenti “F.Lorusso – C.Giuliani”

– alle 17,30: inaugurazione mostra riviste del Fondo Roversi e visite guidate agli archivi del Centro di documentazione “F.Lorusso – C.Giuliani”

– alle 18,30: conferenza – L’esperienza dei collettivi redazionali e dell’autoproduzione di riviste politiche e culturali negli anni ‘60-’70-’80 che videro la partecipazione del grande poeta e intellettuale bolognese. Alla conferenza saranno presenti redattori e redattrici che collaborarono con Roberto Roversi all’edizione di diversi periodici.

– alle 20: cena sociale

– alle 21: anteprima del documentario “Roberto Roversi: agitatore culturale”, con testimonianze e interviste audio e video

– alle 21,30: reading con letture di testi e poesie di Roberto Roversi e musiche di David e Margherita

Dieci anni fa la scomparsa di Roberto Roversi, intellettuale rigoroso, partigiano e poeta, scrittore e animatore di decine di iniziative editoriali, da molti riconosciuto come uno dei più importanti esponenti della poesia italiana del Novecento. Il Centro di Documentazione dei movimenti “F.Lorusso – C.Giuliani” conserva la sua importante raccolta di riviste politiche e letterarie, per buona parte introvabili nelle biblioteche di pubblica lettura, acquisita dal collettivo universitario bolognese Bartleby, che lo ha successivamente versato al Centro di documentazione, interpretando così la sua volontà di rimettere in circolazione questo materiale, rendendolo fruibile a tuttə.

Per la notte degli archivi il Centro di documentazione, in collaborazione con la casa di produzione indipendente SMK Factory, presenta un documentario che ricorderà la figura di Roberto Roversi, il suo grande impegno culturale e civile, l’aver perseguito e raggiunto l’obiettivo della più assoluta indipendenza nella distribuzione delle sue idee, lontano dagli ambiti autoreferenziali delle corporazioni accademiche, ignorando i grandi editori ed alieno alla frequentazione dei poteri ed delle autorità. Sarà anche l’occasione di parlare di riviste, che per Roversi costituivano un luogo fondamentale di discussione sui temi che sono al centro delle nostre vite e gli permettevano di stabilire un rapporto costante con i soggetti protagonisti della trasformazione della realtà italiana e che ben rappresentavano il legame tra impegno politico, spinta al cambiamento e il fiorire di nuovi linguaggi espressivi.

Pubblicato in Archivio iniziative, Archivio video, Home | Commenti disabilitati su Roberto Roversi: agitatore culturale

Doposcuola in cammino: un trekking urbano tra passato e presente (foto)

Le/i ragazze/i del Doposcuola solidale promosso dalla Colonna solidale autogestita hanno avuto la possibilità di partecipare, sulle orme del percorso tracciato dal progetto Resistenze in Cirenaica, ad una camminata per esplorare il quartiere e conoscere la storia che sta dietro il nome di questo rione e delle sue strade, ma non solo.

> Leggi l’articolo e guarda le foto su Zic.it

Pubblicato in Archivio iniziative, Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Doposcuola in cammino: un trekking urbano tra passato e presente (foto)

Dalle strade della Cirenaica Antifascista: fermiamo l’invasione turca in Kurdistan!

Le strade ribelli della Cirenaica Antifascista e il giardino che ricorda Lorenzo “Orso” Orsetti si colorano della solidarietà per il popolo curdo! Sabato alle 16 tuttx in piazza Nettuno: rompiamo il silenzio, fermiamo l’invasione turca in Kurdistan!

> Su Zic.it: In piazza al fianco del popolo curdo: “Fermare il fascimo turco ora!” (audio+foto)

Pubblicato in Archivio iniziative, Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Dalle strade della Cirenaica Antifascista: fermiamo l’invasione turca in Kurdistan!

Puoi sostenere l’autogestione anche con il 5×1000!

Sostieni i progetti e le iniziative di Vag61! Compilando la dichiarazione dei redditi firma nel riquadro dedicato alle associazioni di promozione sociale ed inserisci CF: 91241310373

Vag61 è uno spazio libero autogestito e tutte le sue attività e i suoi progetti si basano sull’autofinanziamento. Il lockdown si è fatto sentire anche da questo punto di vista e ogni contributo può aiutarci a far fronte alle spese, per continuare a portare avanti i percorsi di autorganizzazione, autoproduzione e mutualismo che hanno casa in via Paolo Fabbri 110. Perché l’autogestione è una ricchezza comune che va costruita e alimentata giorno per giorno, perché ogni spazio liberato è uno spazio da attraversare e difendere collettivamente!

Tutte le info per poter contribuire anche in altri modi all’autofinanziamento di Vag61: qui

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Puoi sostenere l’autogestione anche con il 5×1000!

A Valerio Evangelisti

“Vorrei che i più giovani capissero che è possibile fare o tentare la rivoluzione, ma spesso tentare è già un fare, divertendosi. Divertendosi un casino”. Ogni volta che abbiamo avuto il piacere di avere Valerio Evangelisti con noi a Vag61, è stato come ricevere un dono prezioso. Scrittore formidabile, agitatore instancabile. Compagno, complice. Anno dopo anno, abbiamo stretto con lui un legame genuino e profondo, di quelli che è sempre più difficile trovare. Ma oggi, ne siamo certe/i, non ci vorrebbe tristi. Perchè se si è tristi, non si può tentare la rivoluzione. E allora, con le sue parole nella testa e il suo ricordo nel cuore, in alto i pugni!

Vag61 – Spazio libero autogestito

> Leggi su Zic.it:

Addio a Valerio Evangelisti

Ricordo di un cattivo maestro

Speciale – La fraternità di Valerio Evangelisti

L’ultimo saluto a Valerio Evangelisti: “Ciao Magister!”


Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su A Valerio Evangelisti

Verso un 25 aprile antifascista e antimilitarista: ecco il nostro no alla guerra

GIOVEDI’ 21 APRILE’022 alle 18 @ VIA BENTIVOGLI (foto+video)
VENERDI’ 22 APRILE’022 alle 18 @ VAG61 (foto)
LUNEDI’ 25 APRILE’022 alle 10 @ PIAZZA DELL’UNITA’ (cronaca+foto+audio)

Come ogni anno il 25 aprile per noi rappresenta una giornata di lotta e memoria viva. Non una data asettica e celebrativa, ma un momento importante per portare in piazza le istanze e le pratiche di ogni giorno. Per questo ricorderemo con orgoglio la Resistenza partigiana contro il nazifascismo, scendendo in piazza il 25 e con alcune iniziative nei giorni precedenti, sapendo che allo stesso tempo non possiamo ignorare la guerra che si sta consumando nell’Ucraina brutalmente invasa dalla Russia e lo slogan di questo 25 aprile è molto chiaro: “Con i popoli oppressi, no alla vostra guerra”. Senza mai dimenticare che non c’è una sola guerra nel mondo, ci sono conflitti che da decenni o secoli opprimono popoli e comunità. Spesso li abbiamo portati con noi nei cortei e nei centri sociali, nelle iniziative di solidarietà e di supporto, dalla Palestina al Kurdistan.

Il 25 aprile allora saremo in corteo anche per opporci a una politica di guerra con la rincorsa al riarmo votata dalla grande coalizione di Governo. Lo abbiamo appena visto in pandemia, le risorse pubbliche devono essere utilizzate per i bisogni della collettività, per la salute, per l’istruzione, per dare una casa a tutte e tutti, per garantire servizi e trasporti accessibili, per accogliere le persone in fuga da ogni parte del mondo. Non è in discussione il diritto delle/gli ucraine/i a difendersi, ma va disinnescato il sistema che porta le guerre per interessi economici e nazionalisti: i potenti giocano sullo scacchiere della geopolitica una partita in cui le uniche a perdere sono le popolazioni coinvolte e le/gli sfruttate/i in ogni parte del mondo. Storia sempre uguale, sempre tragica. Che si voglia far pendere l’ago della bilancia delle responsabilità verso l’imperialismo atlantista o quello putiniano, il risultato non cambia: muoiono o sono costrette/i a scappare le donne, gli uomini e le/i bambine/i sotto le bombe mentre stappa lo Champagne chi specula sulla crisi, l’industria delle armi e le forze neofasciste e autoritarie che infestano una parte o l’altra e anche i paesi fuori dal perimetro bellico.

Non facciamo sconti al ruolo storico della Nato. Nè alle spinte populiste e nazionaliste della classe dirigente ucraina. Non crediamo a chi si professa “di sinistra” ma passa da una guerra all’altra con disinvoltura. Non ci riempiamo la bocca di un’Europa incapace di guardare oltre le frontiere e di far prevalere i diritti e le condizioni materiali di tutte/i sugli interessi finanziari. Ce ne facciamo poco del mito post sovietico che qui e là si traduce in sguardo indulgente verso i soggetti e gli interessi che governano il Cremlino. Ma ci spaventa anche la retorica da legge marziale pronta a bollare come filo putinismo ogni tentativo di non rinunciare alla necessità di analizzare le diverse sfaccettature degli eventi, anche e soprattutto così drammatici, sottraendosi alla logica degli schieramenti che nutre la guerra di appiattimento della complessità. La nostra solidarietà va a chi in Ucraina, in Russia e ovunque rifiuta la guerra come strumento di dominio e si batte per una società giusta e solidale, laica e antifascista, antisessista ed ecologista.

Contro la vostra guerra scendiamo in piazza, al fianco dei popoli oppressi, per un 25 aprile antifascista e antimilitarista come ogni giorno dell’anno, tutti gli anni. Una volta ancora con Orso nel cuore: un partigiano tra le/i partigiane/i nelle strade ribelli della Cirenaica, che combattendo l’Isis al fianco della Rivoluzione del Rojava ha dimostrato quanto i valori dell’internazionalismo e dell’antifascismo possano ancora oggi plasmare come materia viva la parola Resistenza.

GIOVEDI’ 21/4 dalle 18 in via Bentivogli > Nell’anniversario della Liberazione di Bologna, ritrovo alla lapide che ricorda i caduti della Resistenza. Porta un fiore, un cartello, un pensiero per le/i partigiane/i! (foto+video)

VENERDI’ 22/4 dalle 18 a Vag61 > Dopo la distribuzione della Colonna Solidale Autogestita, aperitivo resistente e mostra fotografica a cura del Centro di documentazione “Lorusso-Giuliani” sui movimenti contro la guerra (foto)

LUNEDI’ 25/4 alle 10 in piazza dell’Unità > Manifestazione delle Realtà antifasciste bolognesi: con i popoli oppressi, no alla vostra guerra

Costruiamo insieme un grande 25 aprile antifascista e antimilitarista!

Vag61 – Spazio libero autogestito


Pubblicato in Archivio iniziative, Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Verso un 25 aprile antifascista e antimilitarista: ecco il nostro no alla guerra

Eh sì, ci manchi

Eh sì, ci manchi


Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Eh sì, ci manchi

Volontarə cercasi!

Le attività della Colonna Solidale Autogestita sono iniziate durante il primo lockdown del 2020 e da allora ad oggi si sono evolute e moltiplicate fino a comprendere (oltre al doposcuola e allo sportello per il reddito) tre diversi punti di intervento che provvedono alla distribuzione di prodotti di prima necessità per decine e decine di persone e famiglie in difficoltà in tre diversi quartieri della città.

Siamo consapevoli del ruolo che ha avuto la pandemia (ad oggi ancora in essere) nell’accelerare lo sfruttamento ed amplificare disuguaglianze e problemi, ma sappiamo anche che la cosiddetta normalità a cui si vorrebbe far ritorno era già crisi per tantissime/i. Non vogliamo pertanto che la nostra attività di supporto mutualistico e creazione di relazioni e trame comunitarie cessi né ora né in un prossimo futuro.

Per farlo però abbiamo bisogno dell’aiuto di altre persone disposte non solo a collaborare alla distribuzione delle cassette, ma a farsi carico insieme a noi della tenuta dell’intero progetto, che comprende tra le altre cose l’organizzazione di momenti di confronto e il recupero di prodotti alimentari (e non solo) dai centri di distribuzione, dalle reti contadine o dalle persone che scelgono di supportarci con le donazioni.

Scriviamo volontar* perchè non troviamo un termine altrettanto comprensibile. Ma più che semplici mani in aiuto cerchiamo corpi desideranti e pensanti, pronti a condividere un’esperienza di aiuto ed al contempo di lotta.

Potete contattarci scrivendo alla pagina fb o al numero di telefono 3756427644. Le assemblee della Colonna solidale autogestita si tengono un martedì ogni due settimane al Circolo Berneri in piazza di porta Santo Stefano dalle 18,300 circa.

Colonna Solidale Autogestita


Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Volontarə cercasi!

Supporta le distribuzioni solidali!

Nuova campagna di crowdfunding per la Colonna Solidale Autogestita:

Pandemic is not over!

Raccogliamo donazioni per garantire prodotti alimentari, beni di prima necessità e materiale scolastico a chi ne ha bisogno!

Non riceviamo fondi da nessun*, ci sosteniamo solo con le donazioni volontarie e solidali.

Fai una donazione su Produzioni dal Basso e partecipa alle nostre attività solidali!

Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Supporta le distribuzioni solidali!

Zic. it | Dov’eravamo rimasti?

Segnaliamo l’editoriale di Zic.it:

Dov’eravamo rimasti?

Un avviso ai naviganti. Un ‘check-up’. Un aggiornamento sul cammino di Zic.it per tenere aperto il dialogo con le/i lettrici/ori e raccontare le trasformazioni del nostro quotidiano online autogestito. E anche un’occasione per ricordare che Zic è un giornale completamente autoprodotto e autofinanziato: dare un contributo significa sostenere la sua sopravvivenza.


Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Zic. it | Dov’eravamo rimasti?

La memoria di Orso è viva e non si cancella: nuove foto + video

Nuova fotogallery e videoracconto dell’iniziativa che si è svolta il 25 giugno nel giardino in fondo a via Sante Vincenzi per ricordare Lorenzo “Orso” Orsetti – Tekoser: su Zic.it

Con Orso nel cuore! Con Eddi, con chi lotta e resiste!

RiseUp4Rojava! Jin, Jîyan, Azadî!


Pubblicato in Archivio iniziative, Archivio video, Comunicati, Home | Commenti disabilitati su La memoria di Orso è viva e non si cancella: nuove foto + video

Due anni di Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana: orgogliosi di essere #SPLAI!

Condividiamo il comunicato diffuso in Italia dal movimento per il Boicottaggio, Disinvestimento, Sanzioni (BDS) in occasione del secondo anniversario della campagna Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana (SPLAI) a cui Vag61 aderisce dal 2019:

Rifiutiamo l’apartheid israeliana
Orgogliosi di essere #SPLAI!

Il 5 giugno festeggiamo il secondo anniversario della campagna Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana. Siete ormai quasi 300 SPLAI in tutta Italia e le adesioni crescono nonostante le difficoltà create dalla pandemia.

Ringraziamo tutti gli spazi che hanno aderito alla campagna e esprimiamo vicinanza e solidarietà a quant* hanno subito la perdita dei propri cari, conseguenze economiche e nelle relazioni sociali a causa del COVID-19.

Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Due anni di Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana: orgogliosi di essere #SPLAI!

Aiutaci a sostenere le spese legali!

Da più di un anno ormai la possibilità di organizzare iniziative di autofinanziamento è bloccata dalla pandemia, ma per una realtà autogestita come la nostra restano molte spese a cui far fronte e tra queste ci sono anche quelle legali: strascico delle conseguenze giudiziarie connesse alle tante mobilitazioni sociali a cui le/gli attiviste/i di Vag61 hanno partecipato negli anni. Tra queste, ad esempio, presentano il conto le lotte del 2011 contro l’austerity e la precarietà (ricordate la famigerata lettera della Bce firmata da un certo Mario Draghi e da Jean Claude Trichet?) e quelle al fianco del movimento No Tav in Val di Susa.

Per questo ti chiediamo di darci il tuo sostegno e di partecipare a questa iniziativa di crowdfunding, per contribuire puoi:

# utilizzare il conto corrente: IT11M0501802400000011132917

# utilizzare Paypal


Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Aiutaci a sostenere le spese legali!

Sostieni Vag61!

Vag61 è uno spazio libero autogestito e tutte le sue attività e i suoi progetti si basano sull’autofinanziamento.  Il lockdown si è fatto sentire anche da questo punto di vista e ogni contributo può aiutarci a far fronte alle spese, per continuare a portare avanti i percorsi di autorganizzazione, autoproduzione e mutualismo che hanno casa in via Paolo Fabbri 110.

Perché l’autogestione è una ricchezza comune che va costruita e alimentata giorno per giorno, perché ogni spazio liberato è uno spazio da attraversare e difendere collettivamente!

Per supportare Vag61 puoi:

# acquistare le nuove t-shirts e shoppers con con le bellissime illustrazioni di Andrea Casciu

# fare una donazione durante il Cortile aperto e solidale del venerdì o nelle altre occasioni in cui lo spazio è attivo

# utilizzare il conto corrente: IT11M0501802400000011132917

# utilizzare Paypal

# utilizzare il 5×1000: compilando la dichiarazione dei redditi, firma nel riquadro dedicato alle associazioni di promozione sociale ed inserisci CF: 91241310373

 


Pubblicato in Comunicati, Home | Commenti disabilitati su Sostieni Vag61!