Il 16 giugno sMontiamo la crisi: Santa Insolvenza ci sarà!

SABATO 16 GIUGNO’012 alle 15 @ angolo INDIPENDENZA / VIII AGOSTO

Il countdown di Santa Insolvenza verso il cacerolazo:

– Mercoledì 13 alle 18 @ piazza Nettuno
– Giovedì 14 alle 18 @ via Achillini 1
– Venerdì 15 alle 11 @ piazza VIII Agosto

Apprendiamo la notizia dell’arrivo del presidente Monti nella nostra città mentre la terra emiliana continua a tremare e vivissimo è il ricordo dell’ultima misura indetta dai “tecnici-banchieri” qualche giorno prima del sisma tesa ad affidare ad un’assicurazione privata le spese per le ricostruzione. Una fatale coincidenza che contribuisce a svelare cosa guida i vari provvedimenti, riforme, misure indette dal Governo-Monti, riversare gli effetti e i costi di questa crisi totalmente su noi student@, precar@, impigat@pubblici, pensionat@, nativ@, migrant@, terremotat@ per salvaguardare e risollevare, questo sì , dalle proprie macerie il sistema capitalistico finanziario che questa stessa crisi l’ha creata.

A pochi giorni dall’approvazione in Senato del ddl Fornero di riforma del mercato del lavoro, dalle proposte di riforma del Ministro Profumo in linea con la precedente riforma Gelmini, che tendonno ancor di più a trasformare scuola e università in sistemi chiusi ed elitari, mentre referendum popolari contro la privatizzazione di ciò che dovrebbe essere un bene comune continuano ad essere calpestati dalle altre mille privatizzazioni che si stanno aggiungendo, ci sembra una fatale coincidenza, questa volta da agire e non subire, la visita a Bologna del principale responsabile di tutto ciò, Il presidente del consiglio Mario Monti.

Accogliamolo con tutto l’entusiasmo che deriva dalle splendide trasformazioni che sta apportando alle nostre vite, sempre più precarie e ricattabili, facciamogli sentire la nostra vicinanza e il nostro caloroso ringraziamento.

Ritroviamoci tutte e tutti Sabato 16 Giugno alle ore 15 all’angolo Indipendenza\Piazza VIII Agosto con pentole, padelle e fischetti, facciamogli sentire tutto il nostro sdegno!

Santa Insolvenza

* * * * * * * * * * *

Ecco il countdown che, intersecando importanti percorsi di lotta attivi in città, ci porterà all’appuntamento di sabato:

MENO TRE: MERCOLEDI’ 13 GIUGNO H18
Piazza dei Beni Comuni indetta dal Comitato Acqua Bene Comune
@ Piazza Nettuno
Un anno fa due referendum sancivano che l’Acqua è un bene comune e non può essere dato in mano ai privati, né essere fonte di profitto. E’ passato un anno, è cambiato il governo, quella che non è cambiata è la disinvoltura con cui le istituzioni si rifiutano di applicare l’esito di quelle consultazioni mentre nuove e altre privatizzazioni si aggiungono.

MENO DUE: GIOVEDI’ 14 GIUGNO H18
Aperitivo aperto al quartiere e alla città “sMontiamoLaCrisi”
@ Occupazione abitativa di via Achillini 1
Santa Insolvenza non può che benedire ogni esperienza di riappropriazione e risposta dal basso all’emergenza abitativa, che restituisce al tessuto sociale spazi destinati alla speculazione o alla rovina. Senza nemmeno sognarsi di ipotizzare qualsiasi misura di welfare che riconosca un diritto all’abitare, intanto, il governo, con l’Imu, ha ben pensato di mettere all’angolo anche chi una casa la possiede.

MENO UNO: VENERDI’ 15 GIUGNO H11
Presidio @ Uffici del Ministero dell’Economia Piazza VIII Agosto 26
A 24 ore dall’arrivo del premier (e Ministro dell’Economia ad interim) Santa Insolvenza va nella tana del lupo, a visitare uno dei luoghi dove, anche a Bologna, dimora il Male!

ZERO! SABATO 16 GIUGNO H15
sMontiamoLaCrisi! Cacerolazo fuori dall’Arena del Sole, dove Monti interverrà a “La Repubblica delle Idee”@ Via Indipendenza angolo Piazza VIII Agosto
In strada con pentole, padelle e fischetti: facciamogli sentire tutto il nostro sdegno!

Santa Insolvenza

* * * * * * * * * *

Di seguito il testo di convocazione della contestazione, condiviso da tutte le realtà promotrici:

SMONTIAMO LA CRISI!

SABATO 16 GIUGNO tutti e tutte in Via Indipendenza angolo Piazza VIII Agosto alle ore 15, per cacciare il presidente MARIO MONTI da BOLOGNA portando il nostro grande NO alla crisi e alle becere misure che il Governo tecnico ci impone, per cacciarlo con tutto il rumore di cui sono capaci i movimenti, per la dignità e la giustizia sociale!

CACEROLAZO!

Portiamo in piazza pentole, padelle e fischietti e facciamogli sentire tutto il nostro sdegno.

NO AL GOVERNO DELLE BANCHE E ALLA DITTATURA DEL DEBITO

NO ALLA RIFORMA LACRIME E SANGUE DELLA FORNERO E ALLA PRECARIZZAZIONE

TOTALE DEL LAVORO E DELLE VITE

NO AL SISTEMA VESSATORIO DI EQUITALIA ED ALLE SUE RAPINE

NO ALLE SCUOLE-UNIVERSITA’ FABBRICHE DI PRECARIETA’ E DI UN SAPERE RIDOTTO A MERCE

NO ALLE GRANDI OPERE INUTILI, NO ALLA TAV, A FIANCO DEI TERREMOTATI

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA

NO ALL’AUSTERITY E A UNA TASSAZIONE INIQUA CHE COLPISCE IL 99% PER PAGARE LA CRISI PRODOTTA DALL’1% DI SPECULATORI

NO ALL’ IMU SULLA PRIMA CASA E AD UN SISTEMA DI TASSAZIONE CHE COLPISCE PRIMA DI TUTTO I POVERI

NO ALLA REPRESSIONE CONTRO CHI NEI POSTI DI LAVORO E NEI TERRITORI ALZA LA VOCE E LOTTA CONTRO LE INGIUSTIZIE!

This entry was posted in Archivio iniziative, Comunicati, TimeOut. Bookmark the permalink.