Una battaglia di libertà con Mimmo Lucano

SABATO 2 OTTOBRE’021 alle 10 @ PIAZZA XX SETTEMBRE

> > > Su Zic.it: Una piazza “antirazzista, solidale e accogliente” contro la condanna di Mimmo Lucano

Invitiamo a partecipare al presidio lanciato a Bologna dopo la condanna di Mimmo Lucano

“Le sentenze vanno rispettate”, chi mette queste parole davanti alla dichiarazione di solidarietà a Mimmo Lucano è un ipocrita che fa finta di non accorgersi che la sentenza che l’ha condannato a tredici anni e due mesi è da tribunale speciale e, perciò, non solo va criticata, ma va combattuta per quello che rappresenta. L’infamia di un simile provvedimento simboleggia il “razzismo istituzionale” con cui, in questi anni, abbiamo dovuto fare i conti: dagli accordi con la Libia per i lager per i migranti alle pratiche di respingimento che hanno provocato migliaia di morti nel mare Mediterraneo; dal blocco delle navi di soccorso ai carceri etnici che, pur cambiando nome, hanno sempre mantenuto la stessa funzione; dalle varie forme di caporalato agricolo e industriale che hanno prodotto situazioni di vero e proprio schiavismo (tollerato e coperto) agli ostacoli che continuano ad essere alzati sulla concessione dei permessi di soggiorno, fino alla mancata approvazione della legge sullo ius soli.

Contro questa “legalità discriminatoria” Mimmo Lucano si è battuto con buone pratiche di
inclusione sociale, per questo siamo con lui e parteciperemo a tutte le mobilitazioni a
sostegno di questa battaglia di libertà.

Vag61 – Spazio libero autogestito

* * * * * * * * * *

RIACE NON SI ARRESTA!

Presidio in solidarietà di Mimmo Lucano, sabato 2 ottobre – Piazza XX settembre

La condanna in primo grado a 13 anni e due mesi di reclusione comminata a Domenico Lucano non è altro che il colpo di coda di un lungo processo giudiziario e politico che, oltre alla gravità della pena e delle accuse a lui inflitte, aveva già smantellato da tempo un sistema di accoglienza virtuoso e dignitoso come quello di Riace, privando i migranti e le migranti, i rifugiati e le rifugiate che avevano trovato in quel territorio una forte rete sociale e occasioni concrete di supporto e di costruzione di una propria autonomia e una propria progettualità.

Le accuse che hanno condotto a questo esito giudiziario, che spaziano da quella indifendibile di associazione a delinquere al famigerato reato di favoreggiamento di un’immigrazione che le leggi e le politiche migratorie dei governi italiani degli ultimi anni hanno reso scientemente clandestina, non fanno altro che confermare un dato di fatto: oggi, in Italia e in Europa, migrare è illegale e mettersi al servizio delle persone migranti è un atto criminale.

La condanna di Mimmo Lucano deve essere inserita all’interno di una ormai ventennale tendenza di criminalizzazione delle migrazioni, della solidarietà e della libertà di movimento, che passa per la legge Bossi-Fini, i Decreti Sicurezza (solo parzialmente messi in discussione) per arrivare alle recenti politiche di esternalizzazione delle frontiere europee verso la Turchia e la Libia e le sanzioni pecuniarie e amministrative che hanno preso di mira le navi che prestano soccorso umanitario nel Mar Mediterraneo. Non solo le richieste di asilo e di permesso di soggiorno sono costantemente soggette a rifiuti e negazioni, a ritardi da parte delle Questure e ai ricatti del mercato del lavoro, oggi in Italia le stesse esperienze virtuose di salvataggio, accoglienza e solidarietà nei confronti di migranti e rifugiati vengono trattate alla stregua di azioni criminali.

È con questa consapevolezza che vogliamo chiamare insieme a tutta la cittadinanza un presidio in Piazza XX Settembre alle ore 10.00 di Sabato 2 Ottobre per esprimere solidarietà a Mimmo Lucano e chiedere un cambiamento delle politiche migratorie dello Stato italiano. Invitiamo tutti i cittadini e le cittadine, le associazioni e le realtà sociali ad aderire per ribadire nuovamente che Bologna è una città antirazzista, solidale e accogliente.

L’EVENTO è APERTO A TUTTI/E I CITTADINI, LE CITTADINE E LE ASSOCIAZIONI, ORGANIZZAZIONI, COLLETTIVI, COMITATI CHE SI RICONOSCO NEI VALORI DELL’ANTIRAZZISMO E DELLA SOLIDARIETA’.

PER ADERIRE ED ESSERE INSERITI TRA GLI ORGANIZZATORI POTETE SCRIVERE A info.ritmolento@gmail.com

Questa voce è stata pubblicata in Archivio iniziative, Comunicati, Home. Contrassegna il permalink.