#Sindemia0202 – Convegno sulla salute

DOMENICA 28 MARZO’021 dalle 10

Il convegno nato dall’appello dell’Assemblea per la salute del territorio

> > > Video dell’iniziativa: sessione 1sessione 2sessione 3

#Sindemia0202 è una sperimentazione che nasce dall’esigenza di costruire in modo collettivo delle coordinate per orientarsi nel presente. Un tempo duro, difficile, complesso, in cui la violenza pandemica ha fatto emergere con forza una lunga serie di contraddizioni: la radicale insufficienza e inadeguatezza del sistema sanitario, la prevalenza dell’interesse economico privato sulla salute comune, la necessaria intersezionalità del concetto di salute, che non può essere legato alla semplice presenza di una qualche forma di “malattia” ma deve essere considerato in modo olistico, prendendo ad esempio in considerazione determinanti sociali e ambientali.

Perché Sindemia 0202? Perché gli effetti del Covid 19 esplosi lo scorso anno hanno superato quelli di una pandemia, configurando una vera e propria sindemia, in cui la sovrapposizione di problemi di salute con fattori ambientali, economici e sociali si è scaricata sulla società colpendo con durezza le fasce più deboli della popolazione e aggravando le diseguaglianze. E noi vorremmo invece rovesciare questa situazione. Per provare ad affrontare e approfondire questi e altri nodi, abbiamo lanciato un appello per costruire questo convegno, come momento aperto di discussione e confronto per strutturare anche un tessuto di connessioni e relazioni orientato a produrre sapere e possibilità di iniziativa all’interno e al di là del momento pandemico.

La risposta all’appello è stata ci pare importante e sorprendente, con quasi cinquanta relazioni che copriranno i tre momenti in cui verrà suddivisa la giornata del convegno. La prima sessione è dedicata al sistema sanitario, alla sua storia, il suo presente, il suo futuro, le sue funzioni sociali, le persone che ci lavorano, il rapporto tra esso e la società e il territorio. Interverranno esperte ed esperti, sindacati, comitati, assemblee territoriali, case della salute, mediche e medici, camici grigi. La seconda sessione punta a indicare le traiettorie per costruire un concetto di salute, e vedrà confrontarsi reti ecologiste e esperienze territoriali sulla salute, lotte sociali sulla casa, sul mutualismo, sulla scuola o sulla salute, con punti di vista femministi e trans-femministi. La terza sessione è invece dedicata all’analisi della pandemia e del Covid-19 e alla discussione intorno al tema dei vaccini. Interverranno scienziate/i, ricercatori e ricercatrici, medici di base, antropologi, esperte di virologia, docenti, reti ed esperienze sociali che si muovono su questi temi.

L’ottica di #Sindemia0202 non è quella di un singolo evento, ma quella del contribuire a costruire un percorso, una processualità capace di muoversi anche in un’ottica di lungo periodo. Per questo invitiamo sin da ora a considerare il convegno del 28 marzo solo come una prima tappa. Ci piace pensare, e ci muoveremo per costruire, sia futuri nuovi convegni nei prossimi mesi, che altri momenti di incontro, approfondimento, iniziativa. Da questo punto di vista il sito ospiterà sia i materiali del convegno che uno spazio di discussione aperto dove poter sviluppare un discorso collettivo.

Ci piacerebbe che nel corso della discussione emergessero temi, spunti e assi di discussione per organizzare un secondo convegno nei prossimi mesi.

Info tecniche:

Il convegno si svolgerà online. Le relatrici e i relatori saranno in una stanza Zoom, e sarà possibile seguire la diretta su Facebook da numerose pagine (chiunque voglia riprendere la diretta ce lo segnali).

Abbiamo creato un sito web sul quale è possibile consultare l’appello di lancio dell’iniziativa, il programma, brevi schede di relatrici e relatori, e sul quale verrà caricato materiale nei giorni successivi al convegno -> www.convegnosalute21.it

* * * * * * * * * *

Programma:
Ore 10-12.30: Sessione I – Per una nuova sanità
Ore 14-16.30: Sessione II – Per un nuovo concetto di salute
Ore 17-19.30: Sessione III – Per un Vaccino bene comune

Sessione I – Per una nuova sanità (ore 10-12.30)
Modera: Caracol Olol Jackson (Vicenza)

Chiara Giorgi – Storica, docente di Storia delle Istituzioni politiche presso l’Università di Genova, membro del comitato scientifico della Fondazione Basso
Giuseppe Graziano – Forum diritto salute del Lazio
Gabriele Raise – Tecnico del laboratorio di Microbiologia dell’azienda ospedaliera di Padova – sindacalista USB
Roberto Micheli – medico Spedali Civili di Brescia – Siamo tutti ippocrate
Cecilia Francini – Medica di medicina generale, lavora alla Casa della Salute “Le Piagge” di Firenze
Andrea Filippi – Segretario nazionale CGIL Medici
Salvatore Lihard – Comitato difesa sanità pubblica – Venezia
Materia Grigia – Collettivo di medici precari in lotta contro l’imbuto formativo
Assemblea permanente “Riapriamo il Maria Adelaide” – Torino
Coordinamento regionale sanità del Lazio
Dico 32 – Campagna nazionale per il diritto alla salute
SI Cobas Piacenza
ADL Cobas Milano

Sessione II – Per un nuovo concetto di salute (ore 14-16.30)
Modera: Assemblea per la salute del territorio (Bologna)

Rise Up 4 Climate Justice
Jennifer Guerra – Giornalista professionista, si interessa di tematiche di genere, femminismi e diritti LGBTQ+
Ambulatorio Popolare Centro storico – Palermo
Congiunzioni – Radio Blackout – Trasmissione radiofonica su salute, cura, prevenzione, territorio
Non una di meno Pisa – Intervento su obiezione e interruzione volontaria di gravidanza
Fem. In Cosentine in lotta – Cosenza
Blocchi Precari Metropolitani – Roma
Centri sociali delle Marche
Priorità alla Scuola

Sessione III – Per un Vaccino bene comune (ore 17-19.30)
Modera: Non sta andando tutto bene (Brescia)

Ernesto Burgio – medico, esperto di epigenetica e biologia molecolare, membro del Comitato Direttivo della Società Italiana Developmental Origins of Health and Disease dello European Cancer and Environment Research Institute di Bruxelles
Vittorio Agnoletto – Medico specialista in medicina del lavoro, responsabile scientifico dell’Osservatorio Coronavirus, coordinatore italiano per la petizione europea “No Profit on Pandemic”
Martino Ardigò – Medico specialista in Igiene e Medicina Preventiva
Alessandro Lanzani – medico, di Medicina solidale (Milano)
Giorgio Sestili – fisico, curatore della pagina Facebook “Coronavirus – Dati e analisi scientifiche”
Roberta Pompili – Antropologa e assegnista di ricerca presso il Dipartimento Uomo e Territorio, sezione antropologica dell’università degli studi di Perugia
Maura Benegiamo – ricercatrice e attivista della Rete Ecologie Politiche
Massimiliano Minelli – Docente di antropologia culturale presso l’Università degli studi di Perugia

Questa voce è stata pubblicata in Calendario. Contrassegna il permalink.