Il tempo per la libertà di Öcalan è arrivato!

SABATO 13 FEBBRAIO’021 alle 17 @ PIAZZA RE ENZO

> > > Su Zic.it: “Libertà per Öcalan e il popolo del Rojava” (video+audio+foto)

Condividiamo la chiamata e invitiamo a partecipare al presidio per la libertà di Öcalan e la libertà del popolo del Rojava!

Il tempo per la libertà di Öcalan è arrivato!

Sono ormai 21 anni che il leader Abdullah Öcalan è incarcerato in isolamento sull’isola di Imrali, in Turchia. Dal giorno della sua incarcerazione sono stati pochissimi gli incontri permessi con i suoi avvocati e con i familiari, l’ultima volta in cui è stato possibile un incontro è stato nell’agosto del 2019 a seguito di uno sciopero della fame durato mesi e che è costato la vita a molti prigionieri politici in Turchia.

La società alternativa, basata sulla democrazia diretta e sulla liberazione della donna proposta da Öcalan è un chiaro pericolo per gli Stati Nazione capitalisti, soprattutto per uno Stato come la Turchia dove la “democrazia” è tenuta in piedi da una repressione a tappeto di ogni pensiero politico e sociale diverso rispetto a quello portato avanti da Erdogan e dalla sua dittatura.

Durante una pandemia globale Erdogan non si ferma nei suoi attacchi al territorio del Rojava, Siria Confederale del Nord e dell’Est, continuando a bombardare e occupare le città con l’appoggio dei miliziani dell’ISIS e di altri militanti fondamentalisti islamici.
Le donne, gli uomini e bambin* nel territorio del Rojava continuano a lottare e resistere, a combattere contro il fascismo della Turchia di Erdogan e contro il virus Covid-19, costruendo ogni giorno un futuro alternativo per tutt*!

Per la libertà di Öcalan e la libertà del popolo del Rojava scendiamo in piazza Sabato 13 febbraio, in piazza Re Enzo alle 17.

Per tutelare tutte e tutti invitiamo ad applicare tutte le norme necessarie (mascherina indossata e distanza di un metro tra una persona all’altra) con il fine di prevenire contagi. Lottiamo anche per la nostra salute!

This entry was posted in Archivio iniziative, Comunicati, Home. Bookmark the permalink.