Cappuccetto Rosso ai tempi dell’emergenza

Questa sera, dopo “La punk spiegata alla nonna” durante il festival Contrattacco dello scorso novembre, avremmo dovuto ospitare nuovamente Filomena ‘Filo’ Sottile: avrebbe finalmente messo in scena il suo spettacolo “Il decoro illustrato” nell’ambito di una serata di confronto e riflessione su penalizzazione dei conflitti sociali, retorica del decoro e marginalizzazione.

Purtroppo l’iniziativa slitta a data da destinarsi, ma ascoltare questa sua storia che potrebbe ricordare un audiolibro punk, e che narra di Cappuccetto Rosso ai tempi dell’emergenza, ci aiuta nel continuare a leggere (e ascoltare) le sfide che ci aspetteranno.

Filo Sottile: “Oggi, venerdì 13 marzo 2020, avrei dovuto esibirmi (a Bologna) e anche domani (a Milano) e persino dopodomani (a Pavia) e via così. Tutte le mie otto esibizioni di marzo si sono volatilizzate e temo che potrebbero fare una brutta fine anche quelle di aprile. Che faccio? Mi butto giù?

(Sì, onestamente sì)
(Ma dopo che mi sono depressa per bene, che faccio?)

Prima mi leggo questo fondamentale contributo del collettivo Wu Ming e poi provo a risollevare il capo e fare quello che mi sono prefissata di fare: la cantastorie punk. Ecco allora una classicissima Cappuccetto Rosso ai tempi dell’emergenza. Godetevela”:

> > > Sul blog di Filo l’audio di “Cappuccetto Rosso ai tempi dell’emergenza”

> > > Segnali dal futuro. Continuiamo a costruire comunità


This entry was posted in Comunicati, Home. Bookmark the permalink.