Verso Verona Città Transfemminista #BolognaInAgitazione

LUNEDI’ 25 MARZO’019 alle 19

In vista della tre giorni veronese e dopo il grande successo dello sciopero globale femminista, Non Una Di Meno Bologna lancia un’assemblea pubblica verso 29/30/31 marzo: Verona Città Transfemminista

⚡ PERCHE’ VERONA? 💥
Proprio dall’assemblea nazionale che si è tenuta a Bologna lo scorso ottobre, #NonUnadiMeno ha lanciato Verona Città Transfemminista: un corteo e tre giorni di mobilitazioni in risposta al Congresso Mondiale delle Famiglie (World Congress of Families, WCF) in programma a Verona il 29-30-31 marzo 2019. Al WCF prenderanno parte, tra gli altri, il Ministro dell’Interno e Vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini, il Ministro per la Famiglia e la Disabilità Lorenzo Fontana, il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e il senatore della Lega Simone Pillon che portano avanti un disegno familistico e sono tra i principali promotori della violenza eteropatriarcale e razzista e della sua istituzionalizzazione, in linea con le destre reazionarie di tutto il mondo.

✊ QUAL E’ LA RISPOSTA DI NON UNA DI MENO? 🔥
Il movimento femminista respinge l’occupazione della città da parte di chi attacca l’autodeterminazione delle donne, delle froce e delle persone trans a favore di un modello di famiglia, gerarchica e sessista, che le statistiche dimostrano essere il luogo dove avviene la maggior parte delle violenze di genere, nonché il dispositivo atto a riprodurre la divisione sessuale del lavoro. Inoltre, in questo quadro, la famiglia diventa uno strumento ideologico utilizzato per scopi razzisti: dietro la rivendicazione ideologica della nazione bianca si nasconde un razzismo istituzionale che riproduce continuamente lavoro migrante da sfruttare all’interno dei confini che dichiarano di voler difendere.

A #Bologna, l’8 marzo, oltre 15.000 persone si sono riversate nelle strade per urlare, scioperando, il proprio secco no alla violenza maschile e di genere, in tutte le forme in cui si manifesta. Per il terzo anno consecutivo, infatti, lo #sciopero #globale #femminista ha mostrato la stretta connessione che sussiste tra il lavoro produttivo e riproduttivo. Uno sciopero politico che si è schierato contro l’alleanza tra sessismo, sfruttamento e razzismo. Di fronte ai continui attacchi all’aborto, all’apologia della famiglia contenuta nel Ddl Pillon, al razzismo istituzionale, agli attacchi “no-gender” nel mondo della scuola e della formazione, Non Una di meno farà risuonare la forza di milioni di persone che hanno incrociato le braccia in tutto il mondo sotto il segno dello sciopero globale femminista.

✊🔥 LO STATO DI AGITAZIONE NON SI ARRESTA, A VERONA SAREMO MAREA! 🌊🌊

🚌🚌 Andiamo insieme a 30M: Corteo Verona Transfemminista_Non Una Di Meno, chiamato da Non una di meno – Verona! Nel link qui sotto tutte le info per l’acquisto dei biglietti 👇

https://www.facebook.com/nonunadimenobologna/posts/1025156877694764

#BolognaInAgitazione #VeronaCittàTransfemminista #StatodiAgitazionePermanente

This entry was posted in Archivio iniziative. Bookmark the permalink.