Contro Cie e business dell’accoglienza sosteniamo la giusta rabbia dei migranti di Cona

SABATO 7 GENNAIO’017 alle 10,30 @ VIA MATTEI

Non abbiamo fatto in tempo a distinguere i contorni del piano di apertura di “un Cie in ogni regione” promosso dal neoministro Minniti, che abbiamo dovuto rivolgere la nostra attenzione sul centro di prima accoglienza di Cona, e sulla morte di una venticinquenne che tutto lascia pensare sia dovuta a un grave ritardo nel chiamare i soccorsi: la telefonata è partita alle 13, ma il decesso è stato datato dall’autopsia alle nove di mattino. Di questo si parla pochissimo, e in secondo piano passa anche la storia di in un centro noto per gravi mancanze igieniche, scarso rispetto della dignità delle persone, oggetto dell’ennesima inchiesta giudiziaria per le ruberie delle coopeerative appaltatrici, mentre la giusta rabbia delle compagne e dei compagni della donna (rivolta a oggetti e strutture, mentre nessuna persona è stata toccata), passa nel dibattito pubblico per un atto pressoché terroristico.

E’ cavalcando questo allarme che Forza Italia ha annunciato una manifestazione per sabato in via Mattei, dove alcuni dei migranti di Cona sono stati trasferiti. Ma davanti all’ex caserma Chiarini andremo anche noi, sabato mattina alle 10.30, insieme a tante e tanti compagni antirazzisti, per rispedire al mittente ogni strumentalizzazione xenofoba, così come ogni discriminazione e limite alla libertà di movimento di tutti i migranti (che fuggano da guerre o miseria non ci interessa proprio), e denunciare un sistema che trasforma l’accoglienza in un business feroce e disumano.

Vag61 – Spazio libero autogestito

This entry was posted in Comunicati. Bookmark the permalink.