Fascisti? Su Marte! In piazza contro Casapound

I fascisti del terzo millennio di Casapound hanno annunciato l’intezione di aprire una nuova sede nel centro di Bologna, in via Guerrazzi. Una presenza inaccettabile! Vag61, insieme ad altri centri sociali e collettivi della città, aderisce all’inziativa antifascista promossa da studenti e studentesse, artisti, residenti e commercianti del quartiere Santo Stefano. Sabato 5 febbraio’011 appuntamento alle 20 all’incrocio tra via Guerrazzi e via Santo Stefano per la proiezione di “Fascisti su Marte”. Nessuna cittadinanza per vecchi e nuovi fascismi! Leggi l’appello.

* * * * * * * * * *

Questa mattina è comparsa sulla rete una pagina Facebook a firma Casa Pound Bologna che invita all’inaugurazione di un nuovo spazio in città sabato 5 febbraio. Riteniamo sia inaccettabile l’apertura di una nuova sede di Casa Pound a Bologna.

Il titolo della serata parla chiaro: entra in squadra, scrivono.

Squadra di calcio? Di basket? Di Ping pong? Di caccia?!? La divisa tenderà al nero? Magari un nero moderno, elegante… Era così anche 90 anni fa.

Meglio non farli giocare, questi menano alla vigliacca, colpiscono i più deboli, truccano le partite, fan finta di giocare e invece vogliono solo romperti le ginocchia.

L’appuntamento è in via Guerrazzi, ma il numero civico non è specificato e questa segretezza fa pensare che siano loro i primi a non sentirsi benaccetti.

Niente di più vero!

Non possiamo lasciare nemmeno un centimetro di campo libero, ad una realtà politica che nasconde, dietro la facciata di avanguardia della nuova destra, la propria identità neo-fascista. Non possiamo permettere che possa acquisire legittimità di discorso e di azione all’interno dello spazio cittadino bolognese. Non siamo disposti a stare zitti mentre un’organizzazione come questa, che in più casi si è manifestata con violente azioni squadriste ai danni di migranti, gay, studenti e militanti di sinistra, possa liberamente propagandare l’esclusione come modo dello stare insieme, la gerarchia e il comando come mezzi per imporla, la violenza come ratio immanente al proprio fare politica.

Respingerli è condizione necessaria perchè si possa continuare a cercare di costruire una città libera.

Nessuna cittadinanza per vecchi e nuovi fascismi.

Sabato 5 febbraio, alle 20, ci vediamo all’incrocio tra via San Petronio Vecchio e via Guerrazzi, proietteremo “Fascisti su Marte”

Studenti e studentesse, artisti, residenti e commercianti del quartiere S. Stefano

> Adesioni:

Concordanze

Xm 24

Nicola Bonazzi (Teatro dell’Argine)

Comitato WillieSindaco

Giuseppe Genna (scrittore)

Wu Ming

Vag 61

Collettivo Utopia

Bartleby

Tabacchi al. t.a.r di simone vitalbo

Diana via rivani 91

Lavasecco Guerrazzi

Copysystem

Felsina2 Viaggi

Caffè Accademia

Libri e Co Fondazza

Igor Libreria

Nodo Sociale Antifascista di Bologna

Popolo Trasparente

Atlantide

Antagonismo Gay

> Nuove adesioni: in aggiornamento

> Per adesioni: fascisti.sumarte@yahoo.it

This entry was posted in Comunicati. Bookmark the permalink.