Fermento (in pillole): “Tre noci moscate nella dote della sposa” + concerto “Bellamya”

VENERDI’ 15 FEBBRAIO’013 dalle 20

A Vag61 torna l’appuntamento mensile con i libri e i vini di produttori non omologati di ‘Fermento’ (in collaborazione con Drogheria 53).

Dalle 20 cena sociale e degustazione: questa volta tocca ai “vini dello studente”.

Alle 21 presentazione del romanzo “Tre noci moscate nella dote della sposa” (Lupo editore – Lecce), di Simona Cleopazzo, più reading musicale con i Bellamya.


* * * * * * * * * *

Tre noci moscate nella dote della sposa

E’ uno di quei libri in cui molti ragazzi precari si possono ritrovare nelle sfaccettature della vita di Silvia, la protagonista del romanzo. Si tratta di una studentessa salentina, fuori sede a Bologna, che condivide con altri la casa degli amori impossibili e sbarca il lunario spendendosi in mille lavori che, se da un lato la mettono a contatto con la sofferenza altrui, dall’altro le consentono di misurarsi con la propria vena creativa: nella trattoria in cui affianca la cuoca Cecilia tutti vorrebbero conoscere il segreto del suo ottimo ragù, ma lei va a istinto perché la nonna-mà non ha mai voluto rivelarle il quid che rendeva il suo così speciale.

Il dolore e il cuore, dunque: la vita di Silvia si riassume in questi due “sapori” che ne determinano l’essenza fin dalla sua infanzia difficile, segnata dall’abbandono dei genitori e dalla faticosa ricerca di sé, in una sorta di disamore che le sue sfortunate relazioni sentimentali sembrano confermare nutrendone il disperato orgoglio. È la fine del matrimonio con Marco che la spinge a tornare in Salento, col vuoto nell’anima ma tanto coraggio, per ritrovarsi: con lei, il gatto Michelone e un’importante rete di amicizie femminili capaci di sorreggerla nel suo nuovo inizio.

Mentre la memoria si affolla dei personaggi che le hanno dato e tolto, si profila l’universo umano di Silvia nel raccoglimento delle stradine leccesi in cui lei muove i primi passi, nella riscoperta delle passioni sociali, negli incontri che bussano alla sua anima cucita coi fili di seta. Così il cuore ricomincia timidamente a battere, per aprirsi totalmente all’autenticità dei suoi slanci, cosciente che nel mondo delle donne vi è una profonda forza talvolta travestita di follia, ed è qui che si combattono le grandi battaglie. Ora sono le voci delle donne – da Alda Merini a Simone de Beauvoir, da Sylvia Plath a Giuni Russo… – a scandire i ritmi di questa scrittura travolgente (tra diario, romanzo e cronaca) che giunge a raccontare una verità al femminile.

Questo libro è un inno all’umanità, all’amore per l’altro, al mondo femminile, scritto in un linguaggio coinvolgente, in un flusso di pensieri dai quali è impossibile non essere catturati. “Tre noci moscate nella dote della sposa” è un libro che resta nella memoria.

* * * * * * * * * *

Bellamya

Il reading alterna stralci del romanzo, brani musicali scelti dal panorama della musica rock italiana e internazionale che arricchiscono e amplificano l’energia vitale che lo stesso racconto sprigiona… Ribellione, sensualità e anime cucite coi fili di seta.

Angela Albanese (voce e chitarra)

Ivan Meani (chitarra)

Filippo Otello (basso acustico)

This entry was posted in Archivio iniziative. Bookmark the permalink.